sdr

Silenzio

Qualche volta il silenzio è la più alta forma di comunicazione che abbiamo a disposizione. Non me ne vogliate se la esercito qui, con voi, dichiarandola e non semplicemente lasciando che sia. A volte per poter apprezzare ciò che amiamo, bisogna osservarlo come se ci stesse sfuggendo.. Prima che ci sfugga davvero. A presto, Care Volpi.

sdr

Un libro onesto su Cuba

Qualche giorno fa ho ricevuto davvero una bella sorpresa. Il mio compagno, senza dirmi nulla, ha regalato a un suo collega di lavoro una copia della mia prima pubblicazione in assoluto, ormai risalente a più di dieci anni fa:  Il Futuro di Cuba c’è! Un diario scritto al ritorno dal mio secondo viaggio nell’isola caraibica nel lontano 2003, quando Cuba era un Paese in evidente fase di trasformazione e con Fidel Castro, leader indiscusso, ancora vivo. Il movimento che c’era in quel’isola si percepiva chiaramente così come chiaramente si intuiva che tutto ciò avrebbe prodotto, le trasformazioni che oggi sono sotto gli occhi di tutti. Mi colpì molto quel fervore, perciò decisi di raccontarlo.

sdr

Quando è troppo è troppo

Imparare a dire basta prima di soffocare Sarà capitato anche a voi di fermare bruscamente la vostra corsa a un certo punto della salita. La pendenza era impervia e lo sapevate da tempo, ma avete continuato a salire. Volevate farlo, dovevate farlo. Poi qualcosa vi ha fermato. Se non avete ascoltato abbastanza potrebbe essere addirittura il vostro corpo ad averlo fatto, (io ne so qualcosa, ricordate?), altrimenti potrebbero essere parole sagge giunte al momento opportuno. Parole che avete saputo ascoltare. E’ così che avete deciso di voltarvi un attimo per vedere quanto è stato faticoso il vostro cammino, prima di ricominciare a salire fino in cima alla vostra montagna.

sdr

La censura in rete e il paradosso Wikipedia

Avete saputo l’ultima novità dalla Turchia? Ebbene pare che le pagine di Wikipedia, la “pericolosa” enciclopedia on line che ha l’ardire di definirsi “libera”, siano state bannate nientepopodimeno che dal Governo Turco. L’accusa è che “Wikipedia diffonde falsità”.  A che proposito? Beh, avete fatto un giro di recente sul sito di Wikipedia?

sdr

Quanto c’è bisogno di parole al femminile!

Quando due donne si alleano per raggiungere un obiettivo, state certi che quell’obiettivo sarà raggiunto É una specie di mantra che potete utilizzare ogni volta che qualcuno rimette in circolo il solito, vecchio, refrain: le donne insieme non vanno da nessuna parte, litigano e basta. O roba del genere. Succede spesso. Quando nasce un sodalizio al femminile, qualcuno prova a sabotarlo. A volte sono gli altri, ma a volte, siamo noi. E così, mentre ascoltiamo questi alert e ci convinciamo che siano veritieri, persino assecondandoli, intorno a noi qualcuno guarda compiaciuto per essere riuscito, ancora una volta, a separare ciò che invece dovremmo tenere inseme, perché insieme potrebbe diventare qualcosa di davvero potente.

sdr

Moby Dick – Herman Melville

Questo mese ho affrontato la lettura del “Moby Dick” di Herman Melville. Approfittando della recente scoperta dell’audiolibro, sono riuscita a terminarlo appena in tempo per scrivere la consueta rubrica mensile su questo blog.  25 ore e 34 minuti di ascolto, un’esperienza indimenticabile, su cui voglio tornare in un articolo dedicato. Ma ecco le emozioni che mi ha suscitato e, come sempre, un brano letto da me e qualche curiosità. Buon ascolto! (Vuoi andare subito all’audio? Clicca qui)

sdr

Very pop blog – I miei favolosi anni 80

Care Volpi, vi confesso che sono persino emozionata! É la prima volta che partecipo ad una “catena blogghistica” di questo tipo, infatti nessuno mi aveva mai coinvolto direttamente in un gioco a tag prima d’ora. Così quando il buon Moz, a cui dobbiamo la splendida foto di copertina di questo post, decide di coinvolgermi, con, come dice lui, lo strumento del sorteggio, con entusiasmo ho accettato subito la sfida. Curiosi di sapere di che diavolo si tratta?  Sono stata sfidata a raccontare i miei favolosi anni ’80, con le regole che “l’eterno dodicenne” (la definizione è sua)  Moz dell’omonimo blog Moz O’Clock un lontano giorno di marzo scriveva nel suo articolo Very pop blog. I miei anni ’80. Gli altri 4 blogger invitati Leggi tutto l’articolo