17 migliori articoli del 2016 che volano nel 2017

17 migliori articoliCare Volpi,

ci siamo. Il 2016 sta chinando la testa e mesto mesto se ne va in cantina, insieme a tutte le cose vecchie che vorremmo buttare ma non vogliamo/possiamo/sappiamo, fate voi.

E’ tempo di bilanci ed anche io su questo blog mi appresto a farli.

Un’avventura fantastica passare un anno intero insieme a voi!

Quando ho cominciato, nell’aprile del 2015, ero affascinata dallo storytelling e lo sono ancora. La cifra che ho utilizzato è stata più o meno questa: trasmettere pensieri e riflessioni raccontando storie. Ma quali vi sono piaciute di più? Io, a dir la verità, le ho amate tutte ❤

Aiutata dalla tecnologia che su wordpress è davvero accessibile a tutti, sono andata a cercare negli armadi virtuali del blog per scovare i 17 migliori articoli del 2016.

Ho scovato quelli che avete amato di più, che avete commentato o condiviso più volentieri, insomma, gli articoli che mi hanno fatto dire

“Ok, si va avanti, nonostante le difficoltà”.

E’ la mia storia, la storia di un anno passato insieme e di un anno che sta per arrivare, ricco di novità. La prima è la più sfidante: ve ne ho parlato nell’articolo I progetti per l’anno che verrà. Ma ora….

I 17 migliori articoli del 2016 secondo voi

  • Una delle chiavi di volta del blog sono stati gli articoli in cui vi ho parlato di qualcosa di molto personale, che mi stava accadendo o che mi toccava da vicino. Ha funzionato quando vi ho raccontato del mio recente infortunio nell’articolo Un Natale che è più un’Epifania, o quando ci siamo “confessati” i tormenti di una generazione che ha fallito il colpo nell’articolo Che fine ha fatto la mia generazione.
  • Abbiamo affrontato insieme argomenti delicati che hanno generato divisioni nell’opinione pubblica, dicendo la nostra, come a proposito delle nozze civili con l’articolo Unioni civili e convivenze di fatto: in Italia le coppie non sono tutte uguali, o quando abbiamo trattato la scomoda questione del panino a scuola:  Cucù la mensa a scuola non c’è più e La battaglia del panino vista da Arianna. Posso dire, con il senno di poi, di averci visto giusto.
  • Un’altra chiave di volta del blog sono e sono state le storie di donne importanti che sono di ispirazione per ciascuna di noi. Vi ho raccontato del mio incontro con Lidia Menapace, lucida partigiana, nell’articolo Lidia Menapace, partigiana per sempre, e vi ho parlato di una storia di cui qui non si è mai sentito parlare e che ancora non si è risolta, purtroppo. La storia di Milagro Sala, la donna che ha diviso l’Argentina. Una storia che vi chiedo di far conoscere, perché Milagro è ancora in carcere
  • Abbiamo inforcato i bastoncini e indossato gli scarponcini e ci siamo arrampicati su per i monti piemontesi alla ricerca di punti radio con l’attività SOTA di cui vi ho parlato nell’articolo Vento e neve per il SOTA cima Mares . Ma anche quando inaspettatamente ci siamo imbattuti in posti fiabeschi ed esoterici come sul monte Pietra Borga dove abbiamo incontrato Il bosco segreto delle streghe. Ne parleremo ancora
  • Abbiamo trattato il tema della comunicazione con l’articolo che ha dato il via alla serie Parlare in pubblico dalla A alla Z, in cui troverete anche una risorsa gratuita tutta per voi. Ho dato uno sguardo a un’attività che conosco molto bene, la politica, con l’articolo 8 segreti per comunicare in politica nel modo giusto. E ne ho ancora da dire…..
  • Non tutte le ciambelle escono con il buco: la mia provocazione Un Salone per gli autori, sull’onda delle polemiche sul Salone del Libro di Torino trasferitosi a Milano, è piaciuto a voi ma non ha avuto alcun riscontro. L’idea però a mio giudizio è buona, ho fiducia prima o poi che venga ascoltata
  • E infine il 2016, specie verso la fine, ha visto nascere la rubrica Pillole d’Autore, una recensione di romanzi che ho amato fatta attraverso lo strumento del video. Un esempio? Il più apprezzato è stato Osho, con l’articolo Il nostro rapporto con il cibo. E io che credevo che la spiritualità non facesse per le Volpi 😉

Ve ne siete perso qualcuno? Allora significa che non vi siete ancora iscritti al blog, perciò fatelo subito!

E se vi viene da esagerare con le feste, ricordatevi che potete sempre aiutare la vostra digestione con un buon mate. La trilogia del mate è stata la mia sfida più divertente, portare l’Argentina a Torino. Ci sono riuscita? Giudicate voi e godetevi il video Tutti pazzi per il mate

Tutti quanti, ma proprio tutti gli articoli del blog, sono stati scritti con amore. Per far atterrare Volpi che camminano sul ghiaccio anche nel 2017 e magari fare in modo che riparta alla grande, ho bisogno di voi!

Ho bisogno che mi diciate quale avete preferito, quali storie amate di più, cosa vorreste che occupasse maggior spazio su questo blog!

Non andate via da questa pagina senza aver lasciato nello spazio qui sotto il vostro pensiero, la vostra opinione. Per me fa la differenza!

In attesa dei vostri commenti, non mi resta che augurarvi una fine dell’anno con botti virtuali … Mi raccomando care Volpi non esagerate con le cibarie (ma se lo fate, date un’occhiata a questo post)


E tu che ne pensi? Dimmelo qui: