3 buoni propositi per l’estate 2017

3 buoni propositi per l'estate 2017L’anno scorso il 1 di agosto scrivevo le mie riflessioni sulla numerosità di progetti che mi ero prefissata per l’estate nel post Troppi progetti per un’estate sola.

Sono andata a riguardarmi quell’articolo, perché a volte

per sapere quanta strada si è fatta e in che direzione occorre guardarsi indietro

E se anche è difficile valutare noi stessi, per poterlo fare bisogna ogni tanto fare il punto della situazione. Così quest’anno i miei buoni propositi per l’estate 2017 sono “solo” tre.

Per la verità ce ne sarebbe un quarto: restare in vostra compagnia non sospendendo il blog, sperando che il piacere sia reciproco!

La seconda revisione del mio nuovo romanzo

L’anno scorso volevo terminarlo e l’ho fatto. Quest’anno desidero effettuare una seconda revisione. Il mio nuovo romanzo è ambientato in un paese inventato del centro Italia, una baia che si apre sul mare, nell’epoca del dopoguerra, primi anni ’60.

Come è ormai una caratteristica del mio narrare, i personaggi costituiscono una costellazione  che nel suo insieme getta luce sulla trama della storia.

La scelta iniziale era quella della narratrice onnisciente. ma dopo averlo lasciato riposare per un po’, come si fa per la pasta del buon pane, il protagonista, un greco di nome Dimitri, ha deciso per me. Voleva raccontarla lui la sua storia, ed io l’ho accontentato.

Quest’estate dunque revisionerò il mio secondo romanzo a partire dalla persona che lo narra. Ma non senza qualche sorpresa, che ovviamente non vi svelo.

Vi parlerò invece a settembre delle regole che ho seguito per una buona revisione. Fanno parte della mia esperienza positiva, perché non condividerla con voi?

Dedicare tempo e attenzione a me stessa

Sembra cosa da poco e invece troppo spesso capita che nella quotidianità ci si dimentichi di noi stesse, sotterrate da un elenco lunghissimo di cose importanti da fare.

Ecco, io ho deciso che da oggi fino a settembre mi dedico a me stessa a pieno regime. Cosa significa nel concreto?

  • Non rinunciare alla pratica della meditazione. Bastano 5 minuti al giorno, i benefici sono notevoli. Sì, avete capito bene. Solo 5 minuti e lo stesso riesco a non trovarli. Niente di nuovo, suppongo 🙁
  • Camminare almeno trenta minuti al giorno rapidamente e fare almeno dieci minuti al giorno di vogatore. Siiiii, ho fatto l’acquisto dell’estate, soddisfattissima
  • Ritrovare la parte ludica e giocosa nascosta dentro di me. Il fatto che ami scherzare non significa che io sappia portare nella mia giornata la leggerezza che merito. Pensate a Calvino e alle sue Lezioni Americane, ne ho parlato in questo articolo, a proposito di persone serie

Dedicare tempo di qualità alle persone che amo

Un proposito altrettanto importante.

Nel dare tutto per scontato spesso perdiamo qualcosa, la spontaneità.

Di un gesto, di una parola, di uno sguardo. Ecco, voglio proprio utilizzare questo periodo estivo per dedicare tempo e gesti di qualità alle persone che amo. In fondo non sono moltissime, se ci fate caso spesso bastano le dita di una mano…

Ciò che avremo in cambio non importa se sarà tanto o poco. Importa averlo condiviso.

Perché a volte bastano piccoli gesti per far sì che le rivoluzioni, quelle vere cioè quelle capaci di durare nel tempo, possano cominciare.

E veniamo a voi: quali sono i vostri buoni propositi per l’estate?

Intanto, buona estate a tutti care Volpi 🙂

Commenti

  1. Mentre leggevo ho avuto una specie di flashback su quello che dicevamo l’anno scorso sull’estate… ma quanto corre il tempo?! Beh, comunque, brava che hai finito di revisionare il nuovo romanzo! Quanto ai buoni propositi, potrebbero essere anche i miei, se non fosse che i primi due li ho rimandati a settembre, perché con il caldo proprio non mi riesce di concentrarmi o di fare movimento. Il terzo invece si può fare! Non ho ancora fatto progetti ma di sicuro mi concederò una pausa di riflessione su una serie di cose. A questo il mese di agosto si presta molto bene 🙂

    1. È vero, sembra ieri! Ma almeno io ho finito la prima stesura e sto revisionando! Sai che anche io, non so perché, ho sempre dedicato l’estate a riflettere sulle relazioni affettive. Sia quando ci sono che quando non ci sono… Però tu devo picchiettare dolcemente le mani : passi lasciare la scrittura a settembre, ma amarsi no. Comincia ieri

  2. Ciao Elena, i tuoi propositi sono condivisibili. In particolare sposo in pieno le ultime due: tempo da dedicare a me stessa e a coloro che si amano. Nella fretta di tutti i giorni, rischiamo di staccarci da ciò che conta veramente. Una pausa, seppure resa difficile dalla calura, non può che fare bene! Anch’io sono alle prese con una revisione difficile, non vedo l’ora di leggere i tuoi consigli 😉

    1. Si Rosalia, anche la mia è una revisione difficile e necessaria. Non scrivendo per professione tutte le fasi sono lunghe e complicate. A volte però lasciar passare un pò di tempo è utile… Ci lavoro su vediamo quantomeno ci vuole a prepararlo, ma ti prometto che lo scrivo!

  3. Simpatico che citi Le lezioni americane proprio mentre lo stavo cercando su Amazon: credo sia arrivato il momento di smettere di rimandare e leggerlo.
    Mi piacciono i tuoi propositi, anche se: occuparti di te, dei tuoi cari, del tuo romanzo… Non sono semplicemente le cose che contano, le uniche di cui dovresti curarti sempre? Lo dico perché anche io mi ritrovo a fare propositi di questo genere, e subito dopo a domandarmi che cosa faccia in tutto il tempo in cui non faccio questo. Dove finisce il tempo che non uso per queste cose fondamentali?

    1. Ciao Daria, davvero? Io ne sono proprio affezionata e ogni tanto ci ritorno, con la mente e con gli occhi… :). Sul resto hai perfettamente ragione. MI accorgo che mi riduco a momenti di pseudo tranquillità (solo pseudo, perché in realtà per me il “prima delle ferie” è campale…) per dedicarmi a me stessa. Il prossimo post ragioniamo insieme su come trasformare ogni giorno in meglio la nostra giornata. Ci stai?

  4. Come mi dice qui qualcuno: Ma l’estate sta finendo! Le giornate di stanno già accorciando, la luce diminuisce, la mattina presto fa già freddo (ndr: ?!!), la gente già torna dalle ferie…è finita….
    E io rispondo: L’estate finisce con GP di Monza, prima …silenzioooooo!! 😀
    Purtroppo io ho capito che d’estate non posso far progetti, è il secondo anno che al lavoro abbiamo un picco di lavoro, aggiungici poi il caldo che comunque rallenta le sinapsi e mi ritrovo che di molti buoni propositi riesco a terminarne metà. O meglio, sposto, modulo, ripianifico per cui vedo di giorno in giorno cosa riesco a fare.

    1. Eh no, Barbara, non mi rovinare la festa!!! Per me l’estate è cominciata solo sotto il profilo della calura pazzesca che si respira qui in città. Per il resto, aspetto con trepidazione il mio momento per mollare le briglie… E’ proprio così, infatti quest’anno non ho giurato che avrei letto libri su libri perché quando sono stanca leggere è la cosa che mi risulta più difficile… Almeno la prima settimana, solo coccole e panciolle e scrittura. Quella invece non mi stanca mai, è solo avere il tempo….

  5. Come non concordare sul prendere respiro e darsi le giuste attenzioni? Doveroso e salutare.
    Per quanto mi riguarda io spero di sopravvivere… questo caldo mi leva energie e capacità di concentrazione. Ogni piccola cosa che mi impongo di portare a termine è fatica pura. Però non mi posso fermare tra i bimbi che scalpitano per venire portati al mare con gli amichetti, la casa che grida vendetta, i libri che mi ricordano di attendere il loro turno di lettura, le idee che vagano senza controllo nella mia mente alla deriva… la promozione per il libro, la partecipazione qua e là. Ma chi lo ha detto che la donna ha vita facile?

    1. Ahahah Nadia ciascuna di noi prima o poi passa questi momenti, il bello è che poi tornano spesso :)! Proprio per questo quest’estate farò delle scelte. Come sempre tralascerò qualcosa, così sono le scelte, ma sono arrivata molto stanca e provata per mille ragioni. E’ un po’ che scrivo di stop, ora è il momento di compierlo…. Spero davvero che la promozione stia andando bene come meriti… Raccontaci, se ti va…

E tu che ne pensi? Dimmelo qui: