Zero gradi al sole

Benvenuta primavera!

Domenica scorsa ho fatto un tuffo nel passato. Era da tempo che non tornavo nei luoghi della mia infanzia, su quelle montagne delle Valli di Lanzo che tanto mi sono care. É stato come fare rifornimento di energia in un periodo in cui i miei livelli sono piuttosto bassi, attingendo a ciò che avevo lasciato per troppo tempo da parte: la mia storia, chi sono e da dove vengo. Tornando lassù è stato quasi automatico prendermi del tempo per me. Ho sistemato sul balcone un vecchio tavolino di legno e ho cominciato ad appoggiarci sopra il PC, i miei appunti, i miei libri, quelli che mi porto appresso per ogni evenienza e ho scritto, guardando la valle che si apriva Leggi tutto l’articolo

Zero gradi al sole

Porte in faccia, 6 vie per superare un rifiuto

Porte in faccia, rifiuti, dinieghi. Se mi fossi fermata tutte le volte in cui me li sono ritrovati davanti, oggi sarei inchiodata da qualche parte a fare la muffa 🙂 Fanno male, molto male. E il naso, se non vi scansate in tempo, resta gonfietto per un bel po’ e si può rimanere tramortiti, ammutoliti, magonati, fragili. Quando qualcuno rifiuta qualcosa di noi, qualcosa cui teniamo molto, rischiamo di pensare che l’intera nostra esperienza in quel momento sia fallimentare. Ed è normale, ma non sano e nemmeno saggio. Come possiamo reagire al rifiuto? Ho messo in fila tutte le mie piccole strategie anti-fallimento, quelle che in questi anni ho sperimentato e che sarebbe bello fossero arricchite dalle vostre esperienze, in una logica di mutuo Leggi tutto l’articolo

Zero gradi al sole

Inno al riciclo

In tutta questa cantilena dei “consumi che si stanno riprendendo“, la “crescita che riparte” e cose di questo genere, c’è qualcosa che non mi torna. Forse gli economisti e i commentatori politici dovrebbero fare più caso alle cose che capitano mentre elaborano le teorie, perché la realtà è sempre un po’ più avanti delle analisi che sentiamo raccontarci. Le persone non consumano più, non si curano più e non acquistano più come una volta. La crisi esiste, eccome. E ci stiamo facendo i conti ogni giorno, ognuno con la sua modalità specifica. Sono proprio convinta che vedremo presto la fine della civiltà consumistica, ma non tanto per merito nostro, quanto per una ineluttabile verità: stiamo consumando troppo e troppo a lungo. “Abbiamo Leggi tutto l’articolo

Zero gradi al sole

Chiedi e ti sarà dato

Avete presente Giulio Mozzi? Quello un po’ scostante, bizzarro, tanticchia esperto di scrittura, al punto da poterne parlare in modo ironico e irriverente? E’ uno di quei lettori forti cui conviene far leggere il tuo manoscritto, se ne ha voglia e tempo. Il suo pollice, se all’insù, può significare un’occasione buona per tutti noi, autori in cerca d’autore, anzi d’editore. Giulio cura un blog sulla scrittura, Vibrisse su cui, qualche giorno fa è uscito un articolo dal titolo Dieci cose che assolutamente non dovete fare se volete mandare in giro un comunicato stampa per promuovere il vostro libro autoprodotto. Eh sì, Giulio ha il dono della sintesi nei suoi titoli 🙂 L’argomento mi interessava parecchio perché fornisce utili suggerimenti, non solo per chi deve Leggi tutto l’articolo

Zero gradi al sole

Un Natale che è più un’Epifania

Quando passi la giornata ad adempiere ai tuoi impegni di lavoro e ad inseguire i tuoi sogni, non ti rendi conto che per farlo stai usando le tue gambe, le tue braccia, il tuo corpo, spesso fin troppo. Diamo il nostro corpo per scontato, è sempre lì a disposizione per esaudire ogni nostro desiderio. E lo facciamo correre, eccome! Lo curiamo nel suo aspetto estetico, i più sensibili tra noi pensano anche a come alimentarlo in modo corretto, a come fare in modo che non perda la sua elasticità. Lo facciamo nella convinzione che un corpo ben funzionante ci serva per portare a termine tutto ciò che ci passa per la testa. E lui ci segue con costanza, si adatta Leggi tutto l’articolo

Zero gradi al sole

Chi decide sulla salute delle donne

Qualche giorno fa è scoppiata la polemica a proposito dell’esclusione della pillola anticoncezionale dai farmaci di fascia A, ovvero quelli rimborsabili per intero dal SSN. Un bel guaio se pensiamo a quante donne, giovani, migranti o adulte con redditi precari, donne che devono curare un’endometriosi o altre patologie proprio assumendo la pillola. A dire la verità la pillola si paga salata da sempre. Io che l’ho usata per più di vent’anni non l’ho mai acquistata per meno di dieci euro e più di diciassette, a seconda dei periodi storici e della tipologia di farmaco assunto. Immagino che per voi sia andata più o meno nello stesso modo.

Zero gradi al sole

Il segreto del mio compleanno

E’ il 6 ottobre e si da il caso che sia il mio compleanno. Da qualche giorno e precisamente da quando sull’agenda leggo il fatidico 1/10, mi viene automatico pensare al 1968. E’ l’anno mirabile in cui sono nata. Un altro anno di blog Mi è capitato di sfogliare gli articoli di questo blog che ormai ha passato il primo anno di vita da un pò e mi sono resa conto che dopo questa esperienza virtuale sono cambiate molte cose. Volpi che camminano sul ghiaccio  mi tiene compagnia per il secondo anno, chi l’avrebbe mai detto! In questo periodo ho cambiato il mio modo di scrivere, ho riorganizzato il blog, perfezionato categorie e tematiche, costruito un sito solo per la vela, Velaleggera.com. Leggi tutto l’articolo