Zero gradi al sole

Storia di una vignaiola

Ebbene sì, sono un’estimatrice del divino nettare che chiamiamo vino, Mi piace accompagnarlo alle serate in compagnia e ne apprezzo il gusto, l’aroma, i colori, la capacità di fare subito festa con le persone che amo. Sarà che viene dalla terra e questo ha un fascino per me incommensurabile, ma l’ho sempre preferito alla birra, anche perché per qualche anno ho sofferto di intolleranza al glutine e per fortuna il vino non lo contiene… 😉 Molte volte mi sono chiesta quanto amore, dedizione, fatica e passione richieda raccogliere, trasformare e produrre del buon vino. Così quando ho incontrato per caso una vera vignaiola, con la passione per il suo lavoro e per la terra, non ho resistito. Le ho chiesto di rilasciarmi Leggi tutto l’articolo

Zero gradi al sole

#lottomarzo facciamo #smilebombing

Ho deciso da tempo che avrei tenuto le riflessioni sulla Giornata Internazionale della donna per le settimane precedenti. L’ho fatto con l’articolo Verso l’8 marzo, il tuo, il nostro e con l’ultimo pubblicato più di recente, 10 esercizi di autonomia femminile. Volevo che il giorno della festa fosse un momento dedicato solo a noi stesse,  con la leggerezza che ci insegna Calvino. E così domani è arrivato e in tutto il mondo l’8 marzo sarà celebrato con un grande sciopero delle donne, promosso da Non una di meno per protestare, astenendosi dalle attività produttive e riproduttive, contro la violenza, la discriminazione contro i generi, l’incultura di una società che non vuole cambiare. C’è ancora molta strada da fare, ma da quel Leggi tutto l’articolo

Zero gradi al sole

10 esercizi di autonomia femminile

Qualche tempo fa pubblicavo sul blog questo articolo, frutto di tutte le riflessioni e le esperienze che ho fatto fino ad ora e che ho deciso di mettere a fattor comune. Ciò che vive una di noi puo’ essere utile a tutte  😀 A distanza di tempo lo trovo ancora decisamente attuale. D’accordo, meritava una piccola revisione, una sorta di affinamento, infatti ho provveduto. Un contenuto “evergreen” ha comunque il diritto di essere rinfrescato, ogni tanto. Ve lo ripropongo, perché sono giorni in cui dovremmo poter riflettere un poco su noi stesse e sul punto in cui siamo arrivate. E’ utile ad affinare la rotta e capire se e quanto ce ne siamo discostate. Riprenderla, dopo, sarà un attimo. Pronte? Ecco Leggi tutto l’articolo

Zero gradi al sole

Verso l’8 marzo, il tuo, il nostro

Oggi vorrei “ribaltare” le cose tra di noi e costruire una riflessione partendo da piccolissime tracce per poi lasciare la parola a voi. Come se fosse un sondaggio, una ricerca, un momento di ascolto reciproco. Il tema è l’8 marzo, ovvero la Festa Internazionale della Donna. In qualche modo questo tema era stato anticipato qualche articolo fa, specie nei vostri commenti anche se non esplicitamente. E dunque eccoci qui a sviscerarlo meglio  😉 Siamo ancora in cammino? Ho parlato di spunti e manterrò la promessa. Ecco quelli che a me paiono più significativi, ma libere e liberi di aggiungerne altri. Mi scuso per la telegrafia e la sintesi, ma altrimenti diventerebbe il post che non volevo scrivere. Per ovvie ragioni, il Leggi tutto l’articolo

Zero gradi al sole

Tutte le dame di Tracy Chevalier

Non so come voi selezioniate i libri da leggere, io in genere li acquisto di getto. Ma ogni regola ha la sua eccezione e il romanzo che oggi è protagonista delle Pillole d’Autore mi è stato suggerito, udite udite, da una editor, Stefania Crepaldi,  per aiutarmi a ragionare sui differenti punti di vista in una storia e su come costruire una struttura funzionante con una pluralità di protagonisti, il genere di romanzo che piace a me. E devo ringraziarla, non solo perché ne ho tratto ispirazione, ma perché il romanzo della Chevalier mi è piaciuto molto. Per questo che è diventato parte delle Pillole d’Autore ;)! Tutte le dame di Tracy Chevalier La Dama e l’unicorno è proprio questo: una costellazione Leggi tutto l’articolo

Zero gradi al sole

Ancora streghe, d’Pivron!

Lo ammetto, dal sovrannaturale mi sono sempre sentita attratta, chi non lo sarebbe. Per semplice curiosità, paura o ricerca personale. Insomma, le ragioni possono essere molte perché la verità è che, a parte le convinzioni dogmatiche che pure hanno un valore per chi le accetta come tali, non sappiamo, non abbiamo alcuna contezza di cosa ci ruzzoli intorno ogni giorno, intorno a noi, alle nostre esistenze. Ma sappiamo che esiste, anche se non lo percepiamo. La realtà esiste nella mente umana e non altrove. (George Orwell) La realtà è quella cosa che, anche se si smette di credervi, non scompare. (Philip K. Dick) Ha ragione Orwell o Dick? O entrambi? La realtà è dunque soggettiva o oggettiva? Una bella domanda. Qualunque Leggi tutto l’articolo

Zero gradi al sole

Quel diario che ha cambiato la vita di Anna Frank (e la nostra)

  Venerdì 9 ottobre 1942 “Cara Kitty, oggi non posso darti che notizie brutte e deprimenti. Stanno arrestando, a gruppi, tutti i nostri amici ebrei. La Gestapo è tutt’altro che riguardosa con questa gente; vengono trasportati in carri bestiame a Westerbork, il grande campo per ebrei nella Drente. Westerbork dev’essere terribile; per centinaia di persone un solo lavatoio e pochissime latrine. Le cuccette sono tutte l’una accosto all’altra. Uomini, donne e bambini dormono insieme. Per conseguenza, a quanto dicono, vi è una grande immoralità; molte donne e ragazze, se la permanenza nel campo si protrae, restano incinte. Fuggire è impossibile, quasi tutti gli ospiti del campo sono riconoscibili dai loro crani rasati e molti anche dal loro aspetto ebraico. Se Leggi tutto l’articolo