Zero gradi al sole

Manuale del guerriero della luce – Paolo Coelho

Ci sono libri che sono destinati ad entrare e uscire dalla libreria in cui li abbiamo riposti, perché consultarli diventa quasi una necessità, Il “Manuale del guerriero della luce” di Paolo Coelho è per me uno di questi. L’ho ripreso in mano di recente, in quanto rileggerlo è come una sorta di meditazione personale, un percorso di crescita e di discesa dentro me stessa per capire, giorno per giorno, chi sono davvero. Pubblicato sulla ribruca “Maktub” del quotidiano A Folha de Sāo Paulo e su vari giornali brasiliani e stranieri tra il 1993 e il 1996, il Manuale del guerriero della luce nasce come una specie di feuilletton, e a me i feuilletton piacciono molto. Fno ad ora mi ero Leggi tutto l’articolo

Zero gradi al sole

Ascolta il blog!

Da qualche tempo sto riflettendo sugli strumenti che ho a disposizione per veicolare una storia o un racconto. Mi preme offrire qualcosa di nuovo e accattivante, o almeno provarci. E poi, come raggiungere lettori che utilizzano dispositivi differenti, con abitudini differenti? C’è la scrittura, naturalmente, quella che troviamo pubblicata sui libri di carta che amiamo ancora molto, o quella che leggiamo grazie al digitale, proprio come sta accadendo con questo articolo o con un ebook. Non fraintendetemi, adoro scrivere, ma sono ancora alla ricerca di qualcosa di diverso. E penso che così come l’audiolibro possa avere un suo perché al posto del libro cartaceo, come abbiamo già discusso su questo blog in questo articolo, così anche il blog puo’ utilizzare strumenti diversi. Come un Leggi tutto l’articolo

Zero gradi al sole

Quel diario che ha cambiato la vita di Anna Frank (e la nostra)

  Venerdì 9 ottobre 1942 “Cara Kitty, oggi non posso darti che notizie brutte e deprimenti. Stanno arrestando, a gruppi, tutti i nostri amici ebrei. La Gestapo è tutt’altro che riguardosa con questa gente; vengono trasportati in carri bestiame a Westerbork, il grande campo per ebrei nella Drente. Westerbork dev’essere terribile; per centinaia di persone un solo lavatoio e pochissime latrine. Le cuccette sono tutte l’una accosto all’altra. Uomini, donne e bambini dormono insieme. Per conseguenza, a quanto dicono, vi è una grande immoralità; molte donne e ragazze, se la permanenza nel campo si protrae, restano incinte. Fuggire è impossibile, quasi tutti gli ospiti del campo sono riconoscibili dai loro crani rasati e molti anche dal loro aspetto ebraico. Se Leggi tutto l’articolo

Zero gradi al sole

17 migliori articoli del 2016 che volano nel 2017

Care Volpi, ci siamo. Il 2016 sta chinando la testa e mesto mesto se ne va in cantina, insieme a tutte le cose vecchie che vorremmo buttare ma non vogliamo/possiamo/sappiamo, fate voi. E’ tempo di bilanci ed anche io su questo blog mi appresto a farli. Un’avventura fantastica passare un anno intero insieme a voi! Quando ho cominciato, nell’aprile del 2015, ero affascinata dallo storytelling e lo sono ancora. La cifra che ho utilizzato è stata più o meno questa: trasmettere pensieri e riflessioni raccontando storie. Ma quali vi sono piaciute di più? Io, a dir la verità, le ho amate tutte ❤ Aiutata dalla tecnologia che su wordpress è davvero accessibile a tutti, sono andata a cercare negli armadi virtuali Leggi tutto l’articolo

Zero gradi al sole

Il più bel regalo di Natale

Il potere delle piccole cose Un’altro Natale è passato e il mio, vissuto dalla mia postazione ormai preferita (poltrona con poggiapiedi e cuscino a sostegno della gamba destra) è stato tutto sommato un bel Natale. La lontananza dai clamori, dai pranzi e dalle cene luculliane, dai regali prima incartati e poi scartati, da tutto ciò che in genere è tradizione mi ha dato l’occasione di pensare e riflettere e godere di ogni momento felice, che nonostante l’infortunio c’è stato. A volte uno stop può essere utile, per riconoscere le cose importanti che abbiamo intorno, non credete? La prima tra tutte sono le persone a cui vuoi bene. Ed io credevo già di aver ricevuto abbastanza, avendo goduto dell’affetto e dell’amore di Leggi tutto l’articolo

Zero gradi al sole

“Mare di notte” un breve racconto da leggere tutto d’un fiato

Ho scelto questi ultimi giorni di dicembre per parlarvi di un racconto che avevo scritto tempo fa sul’onda di un ricordo molto personale. Lo avevo inviato al concorso Gente di Mare ed era stato selezionato tra i vincenti, come vi ho raccontato nell’articolo Il mio primo concorso letterario. Recentemente l’ho revisionato e ho deciso di dargli una veste più “formale”,  per incontrare anche i lettori di ebook, che sono sempre di più.

Zero gradi al sole

Ode alla montagna

Ti osservo sai, mentre scruti severa la mia città, cingendola con i tuoi morbidi pendii, che paiono lunghe braccia, possenti e forti. Sei ferma Montagna, ferma come un gigante addormentato. Sebben sia maggio inoltrato, ti diverti a portare quel manto bianco che ti fa somigliare a una sposa. Tu, che incurante delle stagioni che ti passano accanto, ricambi il mio sguardo e lo allarghi a un mondo distratto e brulicante di vita che è la mia Torino. Che a volte sembra non notarti neppure. Non fa caso ai tuoi respiri profondi che scuotono i rami degli alberi, alle tue radici forti da trattenere la terra e rocce ciclopiche e picchi e nevai. Torino ti guarda indifferente, come una vecchia signora che fuma Leggi tutto l’articolo