ioeilromanzo

Verso l’8 marzo, il tuo, il nostro

Oggi vorrei “ribaltare” le cose tra di noi e costruire una riflessione partendo da piccolissime tracce per poi lasciare la parola a voi. Come se fosse un sondaggio, una ricerca, un momento di ascolto reciproco. Il tema è l’8 marzo, ovvero la Festa Internazionale della Donna. In qualche modo questo tema era stato anticipato qualche articolo fa, specie nei vostri commenti anche se non esplicitamente. E dunque eccoci qui a sviscerarlo meglio  😉 Siamo ancora in cammino? Ho parlato di spunti e manterrò la promessa. Ecco quelli che a me paiono più significativi, ma libere e liberi di aggiungerne altri. Mi scuso per la telegrafia e la sintesi, ma altrimenti diventerebbe il post che non volevo scrivere. Per ovvie ragioni, il Leggi tutto l’articolo

ioeilromanzo

Uomini che ghiacciano alla frontiera

In questi giorni di convalescenza forzata mi sono appena accorta del freddo terribile che faceva fuori da casa nostra. Tuttavia non ho potuto ignorarlo, specie per ciò che ha provocato a molte persone. Non facciamo più caso alle cose, perché le abbiamo intorno ogni giorno, come avevamo già osservato con l’articolo La fortuna di cui non ci rendiamo conto, articolo che oggi mi è tornato alla memoria. Il motivo è semplice: ho la fortuna di avere una casa accogliente e sicura, cibo, calore e protezione, affetti, sono ricchezze per cui sarei disposta a qualunque cosa pur di difenderle. Lo stesso deve essere per quegli uomini e donne che in questi giorni ghiacciano alle frontiere. Sono persone come me ma a differenza di Leggi tutto l’articolo

ioeilromanzo

1522. Ho detto no alla violenza

In occasione del 25 novembre, giornata internazionale contro la violenza sulle donne, ho pensato di scrivere un racconto liberamente ispirato a una storia vera di cui sono venuta a conoscenza. Il racconto si intitola “1522 – Ho detto no alla violenza” e vuole dare un piccolo contributo nel veicolare la conoscenza del numero di telefono gratuito 1522, promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e attivo 24 ore su 24 su tutto il territorio nazionale. Dal 2013 è gestito dal Telefono Rosa in relazione a un’ampia rete di accoglienza territoriale. La protagonista del racconto che vi invito a leggere non ha un nome, perché la scrittura ha per me esattamente questo compito: rendere universali le storie accadute a singole persone, in modo che possano parlare a Leggi tutto l’articolo

ioeilromanzo

L’omertà uccide le donne

Se ti stai chiedendo come mai abbia deciso di parlare di femminicidio quando non è neanche il 25 novembre, molto probabilmente hai sbagliato post e persino blog. Io non amo celebrare le ricorrenze, specie quando mi rendo conto che col tempo le cose non cambiano abbastanza per i miei gusti, con buona pace delle date ‘comandate’. Scrivo sull’onda della rabbia. Poche ore fa si è consumato nella mia città, Torino, l’ennesimo femminicidio. Non si tratta di una ragazzina e nemmeno di una donna di mezza età, ma di un’anziana di 70 anni, vittima inerme di un marito violento.

ioeilromanzo

#blacknewyearseve a Colonia

Non facciamo gli struzzi sui fatti di Colonia E’ passata più di una settimana e ancora sappiamo pochissimo di quanto accaduto nella notte tra il 31 dicembre e il 1 gennaio 2016 a Colonia, quel maledetto #blackyearseve. Quando centinaia, forse migliaia di uomini, probabilmente molti dei quali ubriachi e con altri scopi tra cui sembra il furto, hanno molestato, aggredito e in alcuni casi usato violenza sessuale contro decine di donne che, insieme ad altre persone, stavano festeggiando la notte di Capodanno nei pressi della stazione di Colonia – Germania – Europa. Una stazione fortemente presidiata da telecamere e da un gruppo di agenti di polizia. Ma inspiegabilmente le indagini brancolano ancora nel buio. Solo una trentina gli arrestati, pochissimi dei quali denunciati per stupro. Certo che, con la maggior parte Leggi tutto l’articolo