• Femminile, plurale

    1522

    Care Volpi, tra qualche giorno si celebra il 25 novembre, la giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Desidero parlarne sul blog proponendovi questo racconto/testimonianza del 2017, revisionato nella forma, non nella sostanza. Quando scrivo di certi argomenti nutro sempre la tenera speranza di poter un giorno cestinarlo, pensando che la sua funzione possa essere terminata. Invece non è così. Siamo ancora a raccontare storie come questa o peggio di questa, come la cronaca di questi giorni testimonia. Credevo di poter trovare sempre conforto nelle parole, dette e ascoltate, ma contro la violenza sulle donne se ne sono spese troppe…

  • Le mie recensioni - Pillole d'autore

    Argentina, 1985

    Oggi vi parlo di un film che mi ha colpito molto. Si tratta di "Argentina, 1985", distribuito in streaming sulle piattaforme online e appena osannato al Festival del Cinema di Venezia. La pellicola, firmata Santiago Mitre, restituisce al grande pubblico una storia potente e non ancora abbastanza conosciuta, quella del più grande processo civile della storia contro Videla e i suoi generali, accusati di crimini contro l'umanità. La Junta Militare prese il potere nel 1976 e lo mantenne fino al 1983, destituendo con un golpe la Presidente dell'Argentina in carica, Isabelita Peròn. In quel periodo furono mandati a morte senza…

  • Il mondo con i miei occhi

    In marcia per la pace

    Buon martedì, care Volpi. Oggi sul blog trovate il resoconto di una giornata ricchissima, di quelle giornate capaci di riempirti il cuore e sanare una sete a lungo patita. Parlo della manifestazione di sabato 5 novembre 2022, in cui donne e uomini che hanno a cuore la pace, il diritto e la giustizia, si sono incontrate a Roma non per operare distinzioni ma per segnare convergenze. Aggiungo, finalmente. Anche io come loro ho raccolto l'invito di Europe for Peace, la rete italiana per la pace e il disarmo. cui aderisce anche la CGIL, presente in modo massiccio in una piazza…

  • Il mondo con i miei occhi

    La malattia fa paura

    Bentrovate care Volpi, un benvenuto particolare ai nuovi iscritti: siete tantissimi, grazie di cuore per la fiducia! Oggi leggerete qualcosa di forte, emotivamente parlando. Come sapete, di recente ho scritto una serie di post che parlano di identità e della necessità di fare i conti con noi stesse. Avete apprezzato "Non sarò più una donna a metà" e poi "Avere la carne viva addosso", in cui facevo un bilancio della mia esistenza, e infine avete letto "Blocco dello scrittore: consigli Zen per superarlo", in cui la scrittrice che è in me ha fatto i conti con la pagina bianca, per…

  • Coaching,  Scrittura creativa

    Fare i conti con noi stesse

    Care Volpi, la scorsa settimana ho approfondito il tema del blocco dello scrittore, sfiorando un argomento che poi mi ha "tenuto compagnia" per tutta la settimana. Oggi vorrei riprendere il filo della riflessione con questo articolo che riguarda l'importanza di fare i conti con noi stesse, ovvero affrontare e rivedere gli obblighi che assumiamo quando sono così onerosi da non lasciare spazio ad altro. "Paga i tuoi conti per tempo. Chiedi quello che ti spetta a chi è in debito con te oppure scegli di lasciar perdere se vedi che è impossibile ottenerlo". Di chi è questo ispirato pensiero? Venite…

  • Scrittura creativa

    Blocco dello scrittore: consigli Zen per superarlo

    Care Volpi, oggi vi parlo del famigerato blocco dello scrittore e della regola Zen che ho scoperto per affrontarlo e superarlo. Sono stata ispirata da un post davvero interessante dell'amica Maria Teresa Steri (trovate il link all'articolo) su cui ho lasciato un commento che ho deciso di ampliare e approfondire qui. Quando non riusciamo a proseguire una storia o rileviamo una sorta di rallentamento creativo che si prolunga da tempo ci troviamo in una delle condizioni peggiori per chi scrive. Vale dunque la pena dedicarci qualche minuto di riflessione :) Intanto per capire che cosa significa "blocco dello scrittore" ed…

  • Femminile, plurale

    Avere la carne viva addosso

    Giovedì 6 ottobre era il giorno del mio compleanno. Per metà l'ho passato come avrei voluto, poi il Covid ci ha messo lo zampino e la giornata l'ho finita da sola. E' stata un regalo lo stesso: il tempo di un brindisi ed ecco affiorare in me una nuova consapevolezza. Ora sì che posso dire di aver trovato la formula per celebrare il giorno del mio compleanno: fissare ciò che imparo per tenerlo con me, per sempre. Volete sapere com'è andata quella giornata e con chi l'ho passata? Ve lo racconto oggi sul blog. Vi aspetto care Volpi. Si accettano…

  • Il mondo con i miei occhi

    Non sarò più una donna a metà

    Forse capita anche a voi di sentirvi strette in mezzo ad abitudini, comportamenti o aspettative di altri che non sentite più vostre. Fare una fatica del boia a lasciare qualcosa di tutto ciò che credete di essere, attaccandovi a ogni cosa che vi riguarda per paura, perdendola, di perdere un pezzo di voi. Donne a metà che si trascinano tra i doveri e i piaceri, tra l'essere ciò che desiderano e l'essere ciò che serve, che si dividono tra ciò che altri ritengono giusto fare/essere e ciò che è giusto fare/essere. Giusto per loro. Donne a metà. Parti così distanti…