• Buon compleanno blog
    Comunicare, secondo me

    Buon quinto compleanno del blog

      Il blog compie cinque anni di pubblicazioni on line. Siete pront* per il coro?   Buon compleanno blog!   Il 18 aprile del 2015, dopo qualche settimana di ricerche per risolvere problematiche tecniche che non avevo mai dovuto affrontare, finalmente riesco a far uscire il primo articolo del blog. Lo riporto qui di seguito, lasciandolo esattamente come fu scritto e pensato da una blogger che in allora non sapeva con precisione a cosa stesse andando incontro e che quasi non si capacita di essere riuscita a ricavarsi una nicchia seguita e spero apprezzata nella foresta del web.   Il primo vagito del blog: Guardare al…

  • Andrà tutto bene
    Comunicare, secondo me

    Andrà tutto bene

      Andrà tutto bene. Lo ripeto spesso in questi giorni e se anche lo scordassi, ci sono le lenzuola arcobaleno disegnate dai bambini e appese ai balconi a ricordarmelo. Per fortuna ce n’è una anche davanti a casa mia. Andrà tutto bene. Ne sono certa, così come sono certa che quando tutto sarà finito avremo imparato più di qualcasa da questa emergenza. L’unico dubbio è essere all’altezza di utilizzare questa consocenza per farne qualciosa di buono, in un futuro che spero non sia troppo lontano. Di sicuro abbiamo imparato neglio qualcosa che sapevamo gia:   che la vita è appesa a un filo sottile che può…

  • Il Coronavirus non ci renda ciechi
    Comunicare, secondo me

    Il Coronavirus non ci renda ciechi

    Il mondo si divide in ciechi, vedenti e coloro che pur vedendo sono ciechi   Avevo previsto un post per oggi di tutt’altra natura. Uscirà venerdì, con la regolare programmazione del blog. Ma non potevo ignorare il fatto che da oggi siamo tutti in zona di contenimento e, aggiungo io, meno male. I comportamenti individuali responsabili su cui nei giorni precedenti si è tentato di fare affidamento, non ad oggi sono pervenuti. Anzi.   Il Coronavirus non ci renda ciechi   Questo provvedimento era scontato. Abbiamo assistito a ogni forma di violazione delle prescrizioni, delle indicazioni,  mettendo a rischio la salute e sicurezza propria, dei propri…

  • Le persone serie sono finite
    Comunicare, secondo me

    Le persone serie sono finite

    Da qualche tempo mi interrogo su una questione che sembra ormai derubricata a noiosa bizzarria di mezza età.               Per chi non lo sapesse, ho passato i cinquant’anni. Li porto a testa alta 😉 Se fossi nella fase ottimistica avrei inserito nel titolo un punto interrogativo, utile a svolgere un ragionamento. Critico, sì, ma volto a lasciare aperta una possibilità, uno squarcio di luce nel buio dei nostri giorni, in cui ormai di serietà, affidabilità e responsabilità non si sente più parlare. Purtroppo. Vale solo per me? Amiche Volpi, le persone serie sono finite. Sparite sotto il peso di un quotidiano sempre più greve, in cui…

  • Come tenere la rabbia lontano da noi e vivere meglio
    Comunicare, secondo me

    Come tenere la rabbia lontano da noi e vivere meglio

      L’altro giorno ho assistito a una scena come ce ne sono tante. Una persona su un autobus riceve uno scossone involontario da un altro passeggero, mentre quest’ultimo si avvicina alle porte per scendere. La persona urtata, una signora più o meno della mia età, incurante del luogo in cui si trova, comincia a insultarlo, con voce sempre più forte. Il mal capitato non si volta, e la scena comincia a degenerare e a creare un certo imbarazzo. Potete immaginare: chi sostiene la donna con le solite frasi fatte sull’educazione, chi la ignora, chi si sposta, chi continua a farsi gli affari propri. Un bambino, ascolta.…

  • Comunicare, secondo me

    Lettera a un diciottenne che vota per la prima volta

    Ricordo i miei diciotto anni e il mio primo voto come se fosse ieri. Non ti svelerò cosa votai, non mi interessa manipolarti, voglio solo comunicarti le mille emozioni e sensazioni che provai quel giorno. Lettera a un diciottenne che vota per la prima volta     Attesi con ansia il mio certificato elettorale e mi sembrò di essere entrata finalmente dalla porta in quella società che avevo già imparato a conoscere e che mi pareva così profondamente da cambiare.   Il voto era lo strumento che allora possedevo per farlo, un’arma che nessuno avrebbe potuto sottrarmi e con cui avrei potuto proseguire e forse dare…

  • Le tue relazioni non devono farti stare bene
    Comunicare, secondo me

    Le tue relazioni non devono farti stare bene

    Il guest post di oggi è a cura di Giacomo Papasidero, mental coach di Diventare Felici, un sito che ha l’ambizione di essere scuola di Indipendenza Emotiva. Qualche tempo fa mi sono iscritta alla sua mailing list e un giorno nella mia casella email c’era una newsletter che parlava di emozioni e di relazioni, di indipendenza e benessere, di quanto superarle dipenda da noi. La gestione delle emozioni è una delle parti fondamentali del mio manuale “Tecniche di oratoria. Guida all’arte di parlare in pubblico” così come della vita di uno scrittore, che attraverso le emozioni comunica con il suo pubblico, nella forma scritta e, quando…

  • Iper connessione, quando smettere
    Comunicare, secondo me

    Iper connessione, quando smettere

      Vi siete mai resi conto di quanto ci lasciamo distrarre dai social su cui abbiamo profili e identità da coltivare e aggiornare di continuo? Ci ho pensato qualche tempo fa e ho deciso di fare un video per mostrarvi quanto sia insopportabile la nostra dipendenza da smartphone quando ci troviamo di fronte agli altri. Credevo di averlo pubblicato da tempo sul mio canale YouTube, invece era rimasto settato su privato. Domenica mi è venuto in mente di scrivere su questo argomento e così ho pubblicato anche il video. Ve lo posto qui si seguito. Buona visione, noi ne parliamo dopo 😉    Iper connessione, quando…