• Scrittura creativa

    Cambiare la prospettiva in un romanzo

    Una buona scrittura, un'ottima storia, un intreccio riuscito, personaggi che catturano l'attenzione del lettore. Tutto ciò può fare di una storia una storia di successo. Ma come raccontarla? Da quale punto di vista e da quale prospettiva? In questo articolo una riflessione per capire l'importanza della prospettiva come trucco vincente per dare nuova linfa a una storia. Anche se si è già oltre la prima stesura. Come? Ho raccolto a piene mani nella mia esperienza di scrittrice e blogger per proporvi tre strumenti che potete mettere in campo subito per cominciare a lavorare sulla prospettiva del vostro romanzo e farne una storia autentica e credibile, capace di tenere il vostro lettore letteralmente incollato alla sedia. Buona lettura e buona settimana,…

  • Il mondo con i miei occhi

    Ognissanti alle Terme di Torino

    Care Volpi, con qualche ora di ritardo i miei auguri per Tutti i Santi, una festa della tradizione religiosa che da tempo ormai è sovrastata dalla più nota "Notte di Halloween". Per voi dolcetti o scherzetti? Per parte mia la giornata sarebbe scivolata via senza eventi degni di nota, se non fosse per la mezza giornata che ho passato alle Terme QC di Torino, merito di un voucher regalo per il mio recente compleanno. Volete sapere com'è andata? C'è di che sorridere e riflettere in questo racconto a tratti ironico di una delle poche giornate tutte per me. Non capitava da tempo :( A voi il mio ultimo post, "Ognissanti alle Terme QC di Torino". Buona lettura!

  • Comunicare, secondo me

    Il rapporto tra lettura e emozioni. 10 domande per indagarlo

    Cosa lega la nostra esperienza di lettura alle emozioni che può suscitare? Ci sono abitudini, comportamenti, frequentazioni che ci inducono a scegliere determinati titoli? Quali sono i generi capaci di suscitare in noi indimenticabili emozioni? In questo post ho deciso di indagare il rapporto tra lettura e emozioni con l'ausilio di un #tag e delle domande che Grazia Gironella lanciò qualche tempo fa sul suo blog. Qui sono diventate 10 e le ho usate per "leggere" il mio rapporto con la lettura e le emozioni. Vi va di fare lo stesso? Intanto vi porto a curiosare tra le mie abitudini di lettrice, mostrandovi gli spazi che le accolgono, indagando le abitudini e le loro conseguenze. Ancora una volta parliamo di…

  • Il mondo con i miei occhi

    Un week end inatteso

    Capiterà anche a voi, sono certa, di avere in programma qualcosa cui tenete da tempo e poi, all'ultimo, doverlo disdire. Eventi inattesi che sgombrano la giornata dagli impegni già definiti e li rimandano, li cancellano, li offuscano. E' quanto accaduto a me lo scorso week end, quello del grande ritorno del Salone del Libro di Torino, quando avrei dovuto esserci, da protagonista. E invece. Invece la vita ha preso un'altra piega. E sono andata a Roma a difendere la democrazia, il lavoro e la Costituzione. A voi qualche riflessione, inconsueta, su questo scorcio di secolo nero che occorre riempire di nuovo dei mille colori della democrazia.

  • Il mondo con i miei occhi

    Le cose da fare per creare un gruppo di lettura

    Leggere lo stesso libro e poi ritrovarsi per commentarlo, oppure decidere di esplorare il mondo narrativo di un'autrice o autore e organizzarsi per farlo in gruppo, un brano alla volta, come uno spazio fisico da condividere a suon di storie e parole, per assaporarne fino in fondo il gusto? Sono molte le formule che si possono inventare per dare vita a un gruppo di lettura condivisa, un'iniziativa che ho lanciato di recente in forma più esplicita di quanto non avessi già fatto in uno degli ultimi post sul blog. Forse l'idea aveva bisogno di essere maturata più a fondo e solo successivamente condivisa, e così è stato. Oggi vi racconto come è nata l'idea di fondare un gruppo di lettura…

  • Scrittura creativa

    Perché scriviamo

    Perché scriviamo? Quali sono le ragioni profonde per cui affrontiamo molti sacrifici per pubblicare le nostre storie? Questa riflessione in parte risponde a un'esigenza, quella di percepire la scrittura come trasformazione. A proposito di cosa, ognuno di noi può deciderlo. Per quanto mi riguarda, la scrittura è trasformazione di emozioni e della realtà che mi circonda. Proprio come accade per l'arte di lavorare la creta, anche le parole possono cambiarci.

  • Scrittura creativa

    Il mio diario

    Quando cominciamo o ricominciamo a scrivere un diario personale? A me è capitato qualche giorno, quando fa ho ripreso a scrivere il mio dopo molto, moltissimo tempo. Se ne stava rinchiusa da anni nel cassetto del mio comodino la mia vecchia moleskine nera, che ha raccolto nel tempo ciò che non ho mai potuto svelare, talvolta nemmeno a me stessa. Alcune pagine erano ancora bianche l'altra sera, attendevano che ricominciassi a scrivere. Non le ho deluse. E ho ceduto alla tentazione di rileggere ciò che avevo scritto, molti anni prima. Pagine che mi hanno insegnato qualcosa di più su di me e sulla mia scrittura.

  • Scrittura creativa

    Fate tesoro di un fallimento

    Come reagite al fallimento di un progetto cui credete molto? Che si tratti del vostro ultimo romanzo, accolto con freddezza dalla critica e dai lettori, o di qualunque altro progetto su cui avete investito molto, il fallimento fa male e può indurvi a lasciar perdere, o, e forse è anche peggio, a intestardirvi sulla strada già percorsa. Vi siete domandati se sia davvero quella giusta? Come fare a riconoscerlo? Innanzitutto, dobbiamo imparare dal fallimento, fare tesoro di ciò che ci appare come una sconfitta e comprendere la lezione che ci sta consegnando. Come? Le domande che mi/vi pongo nel post possono essere una prima traccia di riflessione che proseguirete voi, a proposito di un romanzo o di qualunque altro obiettivo…