• Il mondo con i miei occhi

    Ognissanti alle Terme di Torino

    Care Volpi, con qualche ora di ritardo i miei auguri per Tutti i Santi, una festa della tradizione religiosa che da tempo ormai è sovrastata dalla più nota "Notte di Halloween". Per voi dolcetti o scherzetti? Per parte mia la giornata sarebbe scivolata via senza eventi degni di nota, se non fosse per la mezza giornata che ho passato alle Terme QC di Torino, merito di un voucher regalo per il mio recente compleanno. Volete sapere com'è andata? C'è di che sorridere e riflettere in questo racconto a tratti ironico di una delle poche giornate tutte per me. Non capitava da tempo :( A voi il mio ultimo post, "Ognissanti alle Terme QC di Torino". Buona lettura!

  • Il mondo con i miei occhi

    Caregiver

    La prima volta che ho sentito la parola caregiver è stato durante la pandemia. Mi divertiva sentirne la pronuncia, così come veniva declinata, con quel diffuso quanto incerto accento inglese che caratterizza noi italiani, che non disdegnamo di mostrare nemmeno in un'aula del Senato. Non sono andata a cercarne il significato, come faccio sempre, sul mio dizionario preferito, il Devoto e Oli. Nemmeno ci ho fatto troppo caso. L'ho derubricata, archiviata, come qualcosa che non mi apparteneva. Oggi sono chiamata a guardarla in faccia. Perché da un giorno all'altro ho scoperto di appartenere a una categoria di cui conoscevo soltanto il nome e la solitudine

  • Il mondo con i miei occhi

    Una Pasqua di speranza

    Una Pasqua di speranza. Di nuovo sui balconi, nei prati, altrove, con le differenze sociali che bussano alla nostra coscienza. Ma oggi, solo cose belle. Seppur distanti uno dall'altro, abbiamo maturato nuove consapevolezze. Vi racconto le mie, voi, se vi va, raccontatemi le vostre. Buona Pasqua care Volpi!

  • Disconnessione
    Comunicare, secondo me

    Disconnessione. E tutto cambia

    Disconnessione e in un attimo tutto cambia. Sembra incredibile, ma succede davvero. Basta programmarlo. Ma facciamo un passo indietro. È noto a tutti voi che io abbia passato una settimana complicata. Se rileggo l’ultimo post sul blog ancora non posso crederci di aver pubblicato una cosa del genere eppure l’ho fatto, si vede che ne avevo bisogno. Oppure che avevo davvero la confusione installata nella testa. Per la cronaca, dopo la caduta ho attivato le risorse cui attingo in questi momenti. Camminate, lettura, meditazione. Nel week end non ho fatto altro. Inoltre ho sperimentato qualcosa che da tempo non conoscevo. La disconnessione. E tutto è cambiato. Una disconnessione da tutto assolutamente non programmata né programmabile, colpa di un guasto tecnico,…