• Senza categoria

    Quando il tuo romanzo torna a pretendere l’attenzione che merita

    Le sensazioni che ho provato durante l’ultima presentazione del mio romanzo sono state così intense che ho deciso di raccontarvele. Per ragioni a me ancora oggi ignote, a un certo punto ho deciso di lasciare andare la mia creatura primogenita,  “Così passano le nuvole“. Come se avessi deciso che doveva camminare con le sue gambe (ammesso che un libro le gambe ce l’abbia), l’ho lasciata andare, come un regalo prezioso su una cesta di vimini lungo un fiume. Ricordo perfettamente le emozioni che quella decisione mi hasuscitato: da un lato voglia di liberarmene dall’altro vedere se se la cavava da solo, nel mare magnum di un’editoria sempre più affollata e competitiva. Deve avere incontrato qualche canneto di troppo, perché per alcuni mesi non ne ho saputo più nulla. Poi è tornato prepotentemente. Quando il tuo romanzo torna a pretendere l’attenzione che merita Quando è stato pubblicato del suo futuro me ne…

  • Storie libri e racconti

    Se “passano le nuvole” sull’abisso dell’anima

    Siamo al debutto della rubrica “Pillole d’autore”, il nuovo appuntamento domenicale con autrici e autori che vanno scoperti, letti e amati. Non potevo non cominciare questa rubrica leggendovi un brano tratto dal mio primo romanzo Così passano le nuvole. Sì, è proprio il mio romanzo d’esordio, scritto nell’arco di tre anni e poi revisionato, letto e riletto, prima che venisse pubblicato, ormai due anni fa. Un’esperienza intensa resa indispensabile della necessità di raccontare una mia esperienza personale che ha completamente modificato la mia vita e il modo di essere e di pensare. Un percorso, la stesura del romanzo, che è stato anche un percorso di vita, di crescita e di rinascita. Questo è ciò che troverete in “Così passano le nuvole“. Sull’orlo dell’abisso incontriamo Fabio, di cui nel brano in testa all’articolo avete ascoltato la voce. Un uomo trentenne che è sull’orlo dell’abisso incapace di muoversi in una direzione o…

  • Scegliere il nome Luce per la protagonista del mio romanzo
    Senza categoria

    Scegliere il nome Luce per la protagonista del mio romanzo

    Perché scegliere il nome Luce per la protagonista del mio romanzo, Così passano le nuvole? Ho sperimentato sulla mia pelle come la ricerca del nome della protagonista sia un percorso denso di aspettative, sia da parte del lettore che da parte di chi scrive. Condensare in un nome proprio l’essenza della natura del personaggio è un lavoro a tutti gli effetti che richiede metodo, ispirazione e una buona dose di fortuna. E’ quello che ho fatto con Luce e con tutti gli altri personaggi di Così passano le nuvole. Oggi vi svelerò il processo creativo che sta dietro il nome di Luce. L’importanza del nome per il tuo personaggio Ricordate la commedia di Wilde “The importance of beeing Ernest”? In Italiano la traduzione non rende, ma in Inglese Ernest si pronuncia nello stesso modo di earnest, ovvero ‘onesto’. Wilde aveva scelto un insuperabile gioco di parole nel suo titolo per significare come un nome possa essere…

  • Media
    Senza categoria

    Ma davvero fai la scrittrice?

    Care Volpi, scrittrice? Ma davvero? Questo sembrano chiedersi un pò tutti e così… Sì, mi piace scrivere, sono autrice di un romanzo, di un diario di viaggio, di questo blog… Mai prendersi troppo sul serio, anche quando cominciano ad invitarti in giro per raccontare te e quello che hai scritto. E cominci a guardare le cose da un’altro punto di vista…. Ma per non montarmi troppo la testa nonostante le cose belle che nell’ultimo anno mi sono capitate, ho confezionato questo video, grazie alle foto che qualche gentile partecipante ha scattato. Un video che prende con la dovuta leggerezza tutto ciò che mi sta capitando e ci fa sorridere un po’. Avete voglia di passare un paio di minuti in allegria? E allora godetevi questo video che racconta la presentazione di “Così passano le nuvole” alla Sezione Nazionale Scrittori SLC CGIL. Era a Roma, il 4 febbraio 2016. Ecco la locandina dell’evento. Per me…

  • Senza categoria

    Una citazione sbagliata appositamente

    Care lettrici e cari lettori, grazie per i numerosi e apprezzatissimi commenti positivi sul romanzo Così passano le nuvole ma anche per le critiche, le perplessità e le discussioni che il mio scritto ha destato. In una storia non occorre spiegare tutto (e forse nemmeno si deve), ma si può certo aprire una discussione. E visto che è così, vorrei parlare della famigerata citazione western che la protagonista a un certo punto pronuncia parlando tra sé e sé. Sembro Clint Eastwood in Mezzogiorno di Fuoco! Un tragico errore? Tranquilli… non si tratta di un errore dell’autrice né tanto meno della trascuratezza dell’editor, o di un attacco all’immensa storia del cinema western. La citazione sbagliata è una scelta voluta che è servita a caratterizzare il personaggio Chi tra voi ha già partecipato a qualche presentazione del romanzo sa che la caratteristica preponderante dei personaggi è la possibilità di sbagliare. Una possibilità non concessa ma necessaria…

  • Senza categoria

    Una serata per due

    Così passano le nuvole incontra Sophia  Una serata per due, un progetto apparentemente semplice: due donne che si confrontano con due forme d’arte apparentemente distanti, la scrittura e la fotografia, decidono di unire le forze per aprire un dialogo sul ruolo del femminino nella nostra società, sull’istinto e sulla delicatezza, sulla strada ancora da fare e quella già fatta. Un romanzo, Così passano le nuvole, una mostra fotografica, Sophia. Insieme per valorizzare l’una il lavoro dell’altra. Con questo spirito ho cominciato questa collaborazione con Erica Fortunato (vi avevo già parlato di lei, ricordate? Rinfrescatevi la memoria leggendo questo articolo) e insieme abbiamo dato vita a “Così passano le nuvole incontra Sophia”, una presentazione “incrociata” che ha debuttato al Barrito di Torino il 17 dicembre 2015. Eravate presenti? Fateci conoscere le vostre opinioni, lasciate un commento più in basso! Se invece ve la siete persi, potete rifarvi dando un’occhiata a questi link: Scarica il comunicato stampa della…

  • Il compleanno di Così passano le nuvole
    Senza categoria

    1 anno fa nasceva il mio romanzo

    Esattamente 1 anno fa ho debuttato come scrittrice! Era il 28 novembre 2014, con una festa in cui c’eravate tutte e tutti, compreso il mio editore, la Edizioni Effedì, presso la Casa del Quartiere di Via Baltea a Torino. Ho deciso di festeggiare con un video le mie emozioni.. #E’ passato già un anno, e chi se ne è accorto? A un anno dalle stampe, vi racconto, nel video-augurio di buon compleanno che trovate a questo link, le emozioni vissute giorno dopo giorno mentre scrivevo, presentazione dopo presentazione mentre mi raccontavo e tutte quelle che ho provato incontrando i miei lettori e ascoltando il loro essenziale punto di vista. Vi è piaciuto il mio primo videomessaggio 🙂 ? Ci ho messo un po’ a realizzarlo sarebbe bello se poteste condividerlo con i vostri amici, così mi aiutate a far conoscere un pò di più il mio lavoro, le storie che settimanalmente racconto sul blog Volpi che camminano sul…

  • Così passano le nuvole alla Piola
    Scrittura

    Così passano le nuvole alla Piola

    “Le donne sono il cambiamento, anche nel mondo del lavoro” Vi è piaciuto il video? Nonostante la pioggia battente che ha un pò ridimensionato la Festa di Borgo Vittoria organizzata dalla Circoscrizione 5 (info a questo link) , la serata alla Piola Libreria di Catia è stata splendida e molto partecipata. E’ sempre un piacere immenso potervi incontrare. Grazie alla Circoscrizione 5 per l’invito, che è il posto in cui sono nata, a Beppe Gandolfo per le domande e a Catia e Stefania per la calda accoglienza. Così passano le nuvole il mio primo romanzo E se non sapevate che avessi scritto un romanzo, nessun problema. Date un’occhiata a questa pagina 😉 o scaricate il primo capitolo, gratuitamente!