• Distribuzione e ristampa, il dilemma dello scrittore
    Scrittura

    Distribuzione e ristampa, il dilemma dello scrittore

    Questo articolo fa parte di una trilogia di approfondimenti dedicati al rapporto tra scrittore e editore. Vi linko qui i primi due articoli, se per caso ve li siete persi:  7 buone ragioni per darsela a gambe se un editore... Il rapporto tra editore e autore. Qualità e rischio d’impresa  Con questo pist affronto il tema dei rapporti, difficili, tra editore e autore. Buona lettura! Distribuzione e ristampa, il dilemma dello scrittore Come controllare le copie stampate e vendute Quando un autore decide di pubblicare, una delle prime domande che si pone è la seguente: Come posso verificare il numero di copie vendute su cui ricevere le royalties? Non pensiate che questa domanda sia valida esclusivamente per le piccole case editrici. La possibilità per lo scrittore di conoscere questi dati è remota, anche nel sistema “forte” dell’editoria italiana. Quante volte avrete timidamente domandato all’editore di conoscere le copie vendute e…

  • Femminile, plurale

    Bye bye Mr Trump

    A nemmeno una settimana dal post Migranti: creare la paura per poi dominarla, in cui ricordavamo le parole di Liliana Segre contro probabili, a suo avviso, nuove leggi razziali, ecco che la profezia si avvera. Il nostro Governo annuncia leggi per “censire” i rom (non quelli comunitari, ma tutti gli altri) e negli Stati Uniti d’America scoppia il caso frontiere con il Messico. Domenica scorsa infatti sono stati visitati per la prima volta da alcuni senatori del Congresso i campi in cui, lungo la linea di frontiera, sono imprigionati dalla polizia yankee i bambini messicani figli di genitori immigrati irregolari, che hanno trovato alloggio nelle patrie galere statunitensi. Avevano solo da non varcare illegalmente le soglie del paese delle libertà, direte voi. Già, ma i loro bambini, che colpa ne hanno? Sono loro infatti che sono stati trovati inermi, in gabbie di metallo, con coperte e un poco d’acqua in…

  • Rompere il soffitto di cristallo
    Femminile, plurale

    Rompere il soffitto di cristallo è questione di organizzazione

    Facevo parte della delegazione della CGIL quando il 25 novembre 2017, accettando l’invito della Presidente della Camera Laura Boldrini, partecipai all’incontro da lei promosso presso Montecitorio, dal titolo #InQuantoDonna. Qui la diretta della Camera dei Deputati   Sono entrata per la prima volta in vita mia in Parlamento, insieme ad altre centinaia di donne. Così tante che alla Camera non ci stavamo tutte. Venute da tutta Italia, siamo arrivate vestite a festa, con i cuori gonfi di cose da dire e la voglia di essere ascoltate. Ma gli unici uomini a sentire le nostre argomentazioni erano gli uscieri e coloro che hanno avuto la pazienza di seguire la diretta Rai, che ha coperto, anche se parzialmente, l’evento.   C’era tuttavia in quel luogo tetro e austero una freschezza nuova, autentica. Occhi lucidi di tutte noi per le storie terribili e allo stesso tempo magnifiche che ci siamo raccontate, e la…

  • Femminile, plurale

    Violenza contro le donne: 7 cose che dobbiamo cambiare subito

    La violenza è l’ultimo rifugio degli incapaci Isaac Asimov [toc] La legge è uguale per tutti, così mi hanno insegnato. Se applico questo principio alla lotta contro la violenza sulle donne, lo vorrei declinato così: tutt* dobbiamo attenerci alle regole, giuridiche, sociali, culturali che impediscono la brutalità contro le donne a tutt* va riservata parità di trattamento e tutela se vittime di violenza La parità nelle tutele e nella prevenzione della violenza Significa che l’abuso, la violenza, le molestie contro donne o uomini, di qualunque razza, classe sociale, orientamento religioso ess* siano, deve essere censurato dalla giustizia nello stesso modo e con gli stessi strumenti, indipendentemente dai fattori che lo determinano e che caratterizzano la vittima. Per me è chiaro, ma fateci caso: succede davvero? Siamo uguali di fronte alla violenza? Viviamo in una società talmente dispari che nemmeno nel bisogno c’è la garanzia che sarà gestito in modo equo. Nel…

  • Femminile, plurale

    Avete tolto senso alle parole

    È cominciato tutto venerdì, con questo post. Come spesso accade su questioni forti, è nata una bella discussione tra di noi. E poi, quasi insieme, abbiamo deciso di non tacere più e di usare le armi a nostra disposizione per cancellare la brutalità della violenza contro le donne e provare a cambiare la cultura. Degli uomini sì, ma anche delle donne. Abbiamo sentito il bisogno di mettere un punto, di dire uno Stop gigantesco, come quello che Nadia Banaudi pronuncia nel suo articolo di ieri sul suo blog, accogliendo il mio invito ad usare i nostri spazi per tenere alta l’attenzione sul tema. La ringrazio, soprattutto perché ha colto uno degli aspetti fondamentali della questione: l’educazione.

  • Comunicazione e social

    L’Alba del Pride 2017

    Sabato 8 luglio sono stata al Pride di Alba, una coloratissima festa che ha rimesso al centro il tema dei diritti delle coppie omosessuali. Per una piccola città come Alba, nel cuore delle Langhe, molto conosciuta per i tartufi, che ha poco più di 30 mila abitanti, trovarsi le strade del centro gremite di una folla ordinata e festante di almeno duemila, tremila persone, non può che essere considerato un successo. É come se nella mia città, Torino, che conta quasi un milione di abitanti, si fosse tenuta una manifestazione di centomila persone. Non male, direi.