• Femminile, plurale

    Queer e ora! Combattere le discriminazioni nei luoghi di lavoro

    Sabato scorso ho partecipato alla sfilata del TorinoPride2022, tornato in grande stile dopo gli stop forzati della pandemia. In piazza più di 150 mila persone, per lo più giovani, che hanno portato con allegria le bandiere della libertà e della lotta a tutte le discriminazioni. Una recente indagine di ISTAT sulle discriminazioni lavorative nei confronti delle persone LGBT+ relativa agli anni 2020 e 2021 ha messo in evidenza come siano molto radicati comportamenti discriminatori che arrivano a impedire l'accesso al lavoro o a rendere la prestazione quotidiana molto pesante, non solo sul piano psicologico. Per me la battaglia per i…

  • Femminile, plurale

    L’urlo ignorato delle donne

    «La violenza è frutto di un momentaneo raptus dell’uomo» «Le donne a volte sono esasperanti» «Se l'è meritata» «Non dovrebbe rispondere a quel modo. sarebbe stato meglio se fosse stata zitta» Per quanto tempo ancora dovremo sentire frasi di questo tipo quando veniamo a conoscenza dell'ennesimo episodio di violenza contro le donne? Mentre si avvicina la Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne 2021, questo 25 novembre bisogna fare il punto sugli impegni già presi e alle conquiste già ottenute, ma anche sul funzionamento delle leggi esistenti e a come e se sono servite. C'è qualcosa che non torna, l'insospettabile…

  • Coaching

    Una questione di stile

    La scorsa settimana è cominciato il Master Avanzato in coaching evolutivo, un percorso che avevo intrapreso l’anno scorso e della cui evoluzione, positiva, avevo parlato in un articolo dedicato sul blog, "Orgogliosa di essere coach". La terza lezione è consistita in una Demo di coaching, ovvero una sessione a tutti gli effetti tenuta davanti alla classe, al fine di massimizzare l'apprendimento. I trainer coach in questa occasione mettono in evidenza le competenze cardini di questa disciplina e chiedono a noi coach di osservarle, riconoscerle, valorizzarle nel nostro lavoro e, se necessario, discuterle, affinarle, precisarle. Per poter portare a termine una…

  • Storie libri e racconti

    Paolo Poli, una genialità che ci manca

    "Figliole, siamo tutte vecchie! Non dovete avere paura della morte. Finché ci siamo noi non c’è la morte, quando c’è la morte, non ci siamo più noi. Non ci si incontra mai. E’ un appuntamento sempre rimandato". Paolo Poli, attore, una genialità che ci manca, sempre con noi. Perché l'arte è così. Non muore. Non muore mai.

  • Storie libri e racconti

    Càscara

    "Non c’è sollievo in ciò che non possiamo conoscere, soltanto dolore. Vieni con me. È tempo che le donne di Càscara facciano ancora una volta la differenza" Scopri "Càscara", il mio nuovo romanzo e le opinioni dei lettori

  • Femminile, plurale

    Storie di donne

    Care Volpi, oggi sono particolarmente felice di presentare la nuova rubrica del blog intitolata "Storie di donne". L'idea è venuta per caso, mentre discutevo con Brunella, avvocata e lettrice incallita del blog, di questioni legate alla tutela e alla difesa delle donne sotto il profilo giuridico e sociale. Ne è venuto fuori uno spazio a quattro mani in cui raccontiamo e ci raccontiamo storie di donne che abbiamo incontrato nelle nostre rispettive professioni. Le mettiamo a disposizione per parlare di ciò che ancora caratterizza la società italiana nel nostro secolo, l'orrore della violenza contro le donne. Una rubrica per tutte…

  • Femminile, plurale

    Linguaggio di genere. Asterisco, chiocciolina o…

    Come fare a riconoscere il ruolo delle donne in una società matura, democratica? C'è una strada semplice, rivoluzionaria e pacifica. E' il linguaggio, strumento di potere e come tale saldamente in mano agli uomini per molto tempo. Tempo di cambiamenti, a partire da noi, a partire dal blog. Ma è sufficiente, per rendere il linguaggio più inclusivo, l'uso dell'asterisco o della chiocciolina? E, soprattutto, è piacevole o suscita reazioni contrastanti? Di questo e di molto altro in questo articolo.

  • Femminile, plurale

    L’esame di mia nipote sulle Radio Girls. Orgoglio di zia

    L’esame di mia nipote sulle Radio Girls. Orgolgio di zia Portare all’esame di terza media il tema dello sfruttamento del lavoro femminile significa avere una visione della società Chi sono le Radio Girls Nel profondo del mio cuore spero di parlare a ogni bambino e bambina che, ascoltandomi, possa trovare il coraggio di alzarsi e far valere i propri diritti. Post Scriptum Radium Girls, il trailer del film