• Storie libri e racconti

    La Ferocia

    La ferocia, il romanzo di Nicola La Gioia, racconta la storia di due fratelli divisi da un orribile fatto di cronaca. Tentando di sopravvivere all'agio e alla ricchezza, in realtà soccombono alle intemperanze di una vita estremamente favorevole e agiata incapace di offrire loro quella protezione di cui ciascuno di noi ha bisogno. Un libro che consiglio e di cui parlo, anche attraverso un brano letto da me, in questo post. Buona lettura!

  • Storie libri e racconti

    L’amore che ci manca

    Quando approcciamo la lettura di un romance, cerchiamo tra le sue pagine i sentimenti che almeno una volta nella vita abbiamo provato. Come le emozioni dell'amore. Più ci immergiamo nella storia, più siamo in grado di immedesimarci, provare sensazioni, ricordi che vogliamo sentire, ancora, attraverso le parole e le immagini che l'autrice o l'autore ci regala. Nel romanzo di cui parlo oggi sul blog," L'amore che ci manca", Ludovica Giulia Mancini​ ci accompagna nel mondo affettivo di Lidia e Giulio attraverso la similitudine dell'amore come brace ardente. E si accendono fuochi per lungo tempo rimasti sopiti. Venite a scoprire il primo post della rubrica #Lesimilitudinidellamore.

  • Storie libri e racconti

    I tempi non sono mai così cattivi

    Cosa spinge l'essere umano a superare ogni convinzione, ogni regola e costrizione sociale, persino la fede? Dubus risponde a questo interrogativo parlandoci attraverso personaggi privi di ipocrisia, crudi come la vita. Per arrivare a spiegarci, nelle ultime righe della raccolta di racconti di cui oggi parlo nel blog, come nemmeno la legge divina supera quella dell'amore per i propri figli. La mia recensione di "I tempi non sono mai così cattivi" di Andre Dubus sul blog, per cominciare l'anno costruendo la speranza.

  • Scrittura creativa

    Come usare la similitudine per descrivere l’amore

    Come possiamo usare la similitudine per descrivere l'amore? Nella letteratura spesso si rappresenta il sentimento più potente che conosciamo attraverso l'uso di alcune figure retoriche tra cui proprio la similitudine e la metafora di cui parlo in questo articolo. Il risultato? Il significato è trasformato, arricchito, potenziato. Prendendo spunto da alcuni, meravigliosi, brani di Khalil Gibran e Agostino d'Ippona che potete ascoltare dalla mia viva voce, mi addentro nel mondo della similitudine per conoscerne il potere e provare ad utilizzarlo.

  • Occhio di capra
    Storie libri e racconti

    Occhio di capra. Conoscere Sciascia e la sua terra

    Conoscere Sciascia e la sua terra Io ho una certa pratica del mondo; e quella che diciamo l’umanità, e ci riempiamo la bocca a dire umanità, bella parola piena di vento, la divido in cinque categorie: gli uomini, i mezz’uomini, gli ominicchi, i (con rispetto parlando) pigliainculo e i quaquaraquà. Pochissimi gli uomini; i mezz’uomini pochi, ché mi contenterei l’umanità si fermasse ai mezz’uomini. E invece no, scende ancor più giù, agli ominicchi: che sono come i bambini che si credono grandi, scimmie che fanno le stesse mosse dei grandi. Occhio di capra Un silenzio memore e, sulla realtà effettuale, intelligente. L’imporre soprannomi, l’ingiuriare, altro dunque non è che un rinnovare i cognomi adeguandoli ai caratteri costitutivi – fisici o…