• Il mondo con i miei occhi

    Paura di volare

    Che bello il mese di giugno: se metto da parte il caldo afoso che opprime la città, per il resto è uno dei mesi che preferisco.  C’è tutta l’attesa per l’estate in questo mese, che inevitabilmente colleghiamo a sorrisi, libertà, pace e serenità. Non ha importanza se saremo destinati a luoghi lontani tutti da scoprire o se resteremo esattamente dove siamo in questo momento. Giugno è il mese dell’immaginazione, il mese in cui tutti, ma proprio tutti, sogniamo di essere altrove. Di volare altrove. Ma cosa capita se la paura di volare ci frena? E come possiamo superarla? Ho una discreta esperienza in proposito 😉 Come…

  • Il mondo con i miei occhi

    Quando è troppo è troppo. 8 modi per dire basta

      Sarà capitato anche a voi di fermare bruscamente la vostra corsa a un certo punto della salita. La pendenza era impervia e lo sapevate da tempo, ma avete continuato a salire. Volevate farlo, dovevate farlo. Poi qualcosa vi ha fermato. Se non avete ascoltato abbastanza potrebbe essere addirittura il vostro corpo ad averlo fatto, (io ne so qualcosa, ricordate?), altrimenti potrebbero essere parole sagge giunte al momento opportuno. Parole che avete saputo ascoltare. E’ così che avete deciso di voltarvi un attimo per vedere quanto è stato faticoso il vostro cammino, prima di ricominciare a salire fino in cima alla vostra montagna.   Quando è troppo…

  • Femminile, plurale

    Morire di cibo o della sua assenza

    Un anno fa ho incontrato su Anobii Emilia, autrice di un romanzo autobiografico dal titolo Io come la fenice  in cui racconta la sua anoressia. Ci siamo  piaciute subito e così le ho proposto di rilasciare un’intervista alle Volpi, anche perché il tema alimentazione mi interessa molto, da sempre. Ne sono venuti fuori tre articoli di cui questo che vi ripropongo, riveduto e rinfrescato nello stile e nei contenuti, è il secondo. Tutti e tre gli articoli sono legati ma si possono benissimo leggere autonomamente. Non mi resta che augurarvi buona lettura e presentarvi Emilia, che su Anobii è presente con il nickname Jaemy. Si è raccontata nella…

  • Comunicare, secondo me

    Superare un rifiuto. 6 modi per farlo

    Porte in faccia, rifiuti, dinieghi. Se mi fossi fermata tutte le volte in cui me li sono ritrovati davanti, oggi sarei inchiodata da qualche parte a fare la muffa :) Fanno male, molto male. E il naso, se non vi scansate in tempo, resta gonfietto per un bel po' e si può rimanere tramortiti, ammutoliti, magonati, fragili. Quando qualcuno rifiuta qualcosa di noi, qualcosa cui teniamo molto, rischiamo di pensare che l'intera nostra esperienza in quel momento sia fallimentare. Ed è normale, ma non sano e nemmeno saggio. Come possiamo reagire al rifiuto?

  • Narcisista
    Il mondo con i miei occhi

    Ho incontrato un narcisista

      Sarà capitato anche a voi di incontrare un narcisista, almeno qualche volta.Almeno il dubbio di avercelo davanti. Io l’ho incontrato e l’ho guardato in faccia. Mi faceva una certa rabbia, con quella sua aria saccente, sicura e infallibile. Il narcisista ha sempre il quadro della situazione, sa come muoversi e come devono essere fatte le cose. Non ci sono spazi di mediazione, lui pensa che le cose vadano fatte in un unico modo, quello che piace a lui, che ha già sperimentato, che funziona. Il suo. Se ha ragione ha ragione, punto. Se poi vuoi buttar all’aria un’intera giornata inutilmente, per tentare di convincerlo che esiste…

  • Ehi bambole, cambiamo le regole del gioco
    Femminile, plurale

    Ehi bambole, cambiamo le regole del gioco

    Vagolando qua e là per l’etere sono piacevolmente incappata nel blog Al di là del buco, interamente dedicato alla fine della guerra fredda tra i sessi. Mi ha colpito in particolare un articolo che riportava uno Spot Audi: liberarsi dei ruoli di genere normativi è rivoluzionario. Ho guardato il video e mi sono detta: Cavolo, sono d’accordo! Ci sono molte chiavi di lettura nel video, per questo ho deciso di scriverci sopra un post, e vediamo che ne pensate. [toc] #Cambiamoilgioco Il messaggio veicolato dal video è semplice (oltre a vendere l’articolo, ovvio): #CambiamoilGioco. Dal punto di vista della comunicazione è davvero molto efficace. Il video è in…

  • Le parole che fanno male
    Comunicare, secondo me

    Le parole che fanno male

      Mi capita spesso di discutere, anche animatamente, di questioni che mi stanno a cuore. Fa parte del mio lavoro e forse anche del mio carattere.   Nella maggior parte dei casi esco dalla discussione più ricca e consapevole. il confronto è sempre qualcosa di positivo, se rispetta determinate regole.   Quando ciò non succede, mi accorgo di aver disperso le mie energie inutilmente.   Quasi sempre questa condizione emotiva deriva da parole ascoltate o pronunciate che fanno male. Un male che lascia il segno.   Mi piacerebbe che non si notasse, vorrei poterci passare sopra senza darvi troppo peso, ma in realtà ne soffro, spesso parecchio.   Lo…