• Passione vela

    Umago, porta della Croazia

      Bentornati sul blog, marinai! È una mattina fresca di mare calmo e silenzio nella baia di Umago. È un enorme vantaggio per riposare bene in barca, sempre che la vostra schiena si adatti bene al vetroresina che è duro come la pietra, anche se ci metti su cuscini materassini ecc ecc. Ieri il vento intermittente non ci ha permesso di fare molta strada e il nostro motore (3 cavalli, di cui secondo me uno zoppo meglio non tirargli il collo e poi, che fracasso!). A Umago bisogna tassativamente entrare in Porto dove la Capitaneria ti osserva con il binocolo dagli uffici. Noi siamo entrati a vela, come al solito quando siamo qui. In Italia è vietato (ma vedendo certe manovre, capisco il perché). Mi raccomando guidone o Club di appartenenza della barca – noi abbiamo quello della Lega Navale Italiana – a destra bandiera di cortesia del paese che…

  • Passione vela

    Dal varo a Monfalcone alla fonda di Pirano

      Eccoci qui, alla fine siam partiti. Il viaggio è filato proprio liscio, la temperatura è calata e qua e là abbiamo persino preso qualche goccia di pioggia. In 4he30 siamo arrivati a Monfalcone alla mitica Marina di Hannibal, ottimo affaccio sul golfo di Trieste e al top per assistenza e qualità del servizio. A quell’ora di notte ci hanno fatti entrare (è giustamente presidiata la Marina) e sistemare in un’ampia area al fresco, con bagni comodi e puliti. Abbiamo parcheggiato furgone e carrello (ottimo lavoro Carlos, la lancia non ha dato problemi) e ci siamo “issati” sulla barca per dormire qualche ora. La colazione e il pranzo al self-service della Marina ci hanno rimessi al mondo, assolutamente da consigliare per il rapporto qualità prezzo. Così non è stato spiacevole dover aspettare fino al lunedì mattina per il varo della nostra Roc Nére II. Per fortuna da queste parti si…

  • Passione vela

    Roc Nére II fa il tagliando (e la jackline)

    Alcune cose da fare prima di partire in barca a vela Prima di partire, si sa, è sempre meglio prepararsi bene, specie quando si è scelto un viaggio-avventura come il nostro. Per chi si è perso il “dove” “come” e “perché” vi invito a leggere il primo post della saga Roc Nére II va in Croazia. Perciò ora sapete che la barca, rimasta in secca alla Lega Navale Italiana di Viverone (che Dio la conservi) per tutto l’anno, ha avuto bisogno di un po’ di manutenzione. Dal lavaggio dello scafo, al controllo delle manovre, delle cime, delle vele.   Perché predisporre una Jack Line   Il Fun è una splendida barca ma avendo sperimentato vento e mare grosso l’anno scorso (vi ricordate che tempaccio?) Carlos ha attuato un’interessante modifica. Ha introdotto una Jack Line passando una cima robusta e piatta sulla coperta,  da prua a poppa su entrambi i lati, in modo…

  • Passione vela

    Roc Nére II va in Croazia

    Sopravvissuti (ma non senza fatica) al caldo torrido di un luglio che volge alla fine, cominciamo i preparativi per la partenza. Eh sì, anche quest’anno cediamo alla tentazione delle acque Croate che solcheremo con il nostro Fun Roc Nére II, ormai avvezzo a sfide marine. La differenza quest’anno è che ho deciso di raccontarvi il viaggio selvaggio di una coppia di appassionati velisti Torinesi che abbandoneranno le comode sponde del Lago di Viverone per assaggiare i venti istriani (e i vini, il cibo, eccetera eccetera) e godere di un mare fresco e incontaminato. Perciò invece di mandare in vacanza il blog, lo trasformerò in un diario di bordo. Troverete info su come si prepara la barca, cosa portare e cosa lasciare, quali attrezzature, di sicurezza e non, da non dimenticare, quali strumenti per la navigazione, quali vele scegliere, come reperire una connessione internet senza lasciarci le penne. E naturalmente vi…