• Il mondo con i miei occhi

    Per invecchiare bene ci vuole umanità

    Dopo la lunga lotta alla pandemia, la guerra nel cuore dell'Europa ha portato morte e distruzione, e con esse fragilità e paura. Ciascuno di noi ne misura l'entità sulla propria pelle. Se è stata dura per noi, per alcuni è stato ancora più difficile accettare l'isolamento, l'orrore e le sue conseguenze. Ho avuto a che fare con la malattia e il ricovero di mia madre, che ha conosciuto il disagio più terribile, la solitudine. Nella riflessione che oggi trovate sul blog mi chiedo se stiamo facendo abbastanza. Se per uscire dal buio in cui sembriamo essere caduti, non sia giunto…

  • Coaching

    Il corpo sa tutto. Impariamo ad ascoltarlo con il focusing

    Il corpo sa tutto. Tutto ciò che ha bisogno di sapere. Ma cosa significa davvero questa affermazione? Qual è il rapporto che abbiamo con il nostro corpo? Durante l'adolescenza il corpo mi faceva quasi paura. Ho cominciato a nascondere i segni di una crescita che non riuscivo a decodificare e a nasconderlo, qausi con vergogna. Da allora è passato molto tempo e il mio rapporto con il corpo è cambiato, radicalmente. Dapprima grazie alla maturità della giovinezza, poi attraverso la passione per la medicina cinese, in seguito con l'ascolto e l'attenzione per i segni che il corpo invia, generando sempre…

  • Il mondo con i miei occhi

    Ognissanti alle Terme di Torino

    Care Volpi, con qualche ora di ritardo i miei auguri per Tutti i Santi, una festa della tradizione religiosa che da tempo ormai è sovrastata dalla più nota "Notte di Halloween". Per voi dolcetti o scherzetti? Per parte mia la giornata sarebbe scivolata via senza eventi degni di nota, se non fosse per la mezza giornata che ho passato alle Terme QC di Torino, merito di un voucher regalo per il mio recente compleanno. Volete sapere com'è andata? C'è di che sorridere e riflettere in questo racconto a tratti ironico di una delle poche giornate tutte per me. Non capitava…

  • Il mondo con i miei occhi

    Caregiver

    La prima volta che ho sentito la parola caregiver è stato durante la pandemia. Mi divertiva sentirne la pronuncia, così come veniva declinata, con quel diffuso quanto incerto accento inglese che caratterizza noi italiani, che non disdegnamo di mostrare nemmeno in un'aula del Senato. Non sono andata a cercarne il significato, come faccio sempre, sul mio dizionario preferito, il Devoto e Oli. Nemmeno ci ho fatto troppo caso. L'ho derubricata, archiviata, come qualcosa che non mi apparteneva. Oggi sono chiamata a guardarla in faccia. Perché da un giorno all'altro ho scoperto di appartenere a una categoria di cui conoscevo soltanto…

  • Il mondo con i miei occhi

    La paura da sconfiggere

      Sono giorni difficili ma non inattesi. La scelta del Presidente del Consiglio di comunicare direttamente i provvedimenti ulteriormente restrittivi direttamente in diretta dà il senso della posta in gioco.   Mentre parla, la paura raccoglie le sue forze e frase dopo frase, senza dire sostanzialmente niente di nuovo, penetra dentro di noi. Così sappiamo che dobbiamo proteggerci. Non solo dalla paura della malattia, ma da quella, ben più radicata, dell’ignoranza e dell’egoismo.   Rileggendo “La maschera della morte rossa” ne colgo il suo significato più profondo: nessuno di noi si salva da solo. Questo articolo tratta di questo. Buona…