• Il mondo con i miei occhi

    La malattia fa paura

    Bentrovate care Volpi, un benvenuto particolare ai nuovi iscritti: siete tantissimi, grazie di cuore per la fiducia! Oggi leggerete qualcosa di forte, emotivamente parlando. Come sapete, di recente ho scritto una serie di post che parlano di identità e della necessità di fare i conti con noi stesse. Avete apprezzato "Non sarò più una donna a metà" e poi "Avere la carne viva addosso", in cui facevo un bilancio della mia esistenza, e infine avete letto "Blocco dello scrittore: consigli Zen per superarlo", in cui la scrittrice che è in me ha fatto i conti con la pagina bianca, per…

  • Coaching,  Scrittura creativa

    Fare i conti con noi stesse

    Care Volpi, la scorsa settimana ho approfondito il tema del blocco dello scrittore, sfiorando un argomento che poi mi ha "tenuto compagnia" per tutta la settimana. Oggi vorrei riprendere il filo della riflessione con questo articolo che riguarda l'importanza di fare i conti con noi stesse, ovvero affrontare e rivedere gli obblighi che assumiamo quando sono così onerosi da non lasciare spazio ad altro. "Paga i tuoi conti per tempo. Chiedi quello che ti spetta a chi è in debito con te oppure scegli di lasciar perdere se vedi che è impossibile ottenerlo". Di chi è questo ispirato pensiero? Venite…

  • Scrittura creativa

    Blocco dello scrittore: consigli Zen per superarlo

    Care Volpi, oggi vi parlo del famigerato blocco dello scrittore e della regola Zen che ho scoperto per affrontarlo e superarlo. Sono stata ispirata da un post davvero interessante dell'amica Maria Teresa Steri (trovate il link all'articolo) su cui ho lasciato un commento che ho deciso di ampliare e approfondire qui. Quando non riusciamo a proseguire una storia o rileviamo una sorta di rallentamento creativo che si prolunga da tempo ci troviamo in una delle condizioni peggiori per chi scrive. Vale dunque la pena dedicarci qualche minuto di riflessione :) Intanto per capire che cosa significa "blocco dello scrittore" ed…

  • Il mondo con i miei occhi

    Non sarò più una donna a metà

    Forse capita anche a voi di sentirvi strette in mezzo ad abitudini, comportamenti o aspettative di altri che non sentite più vostre. Fare una fatica del boia a lasciare qualcosa di tutto ciò che credete di essere, attaccandovi a ogni cosa che vi riguarda per paura, perdendola, di perdere un pezzo di voi. Donne a metà che si trascinano tra i doveri e i piaceri, tra l'essere ciò che desiderano e l'essere ciò che serve, che si dividono tra ciò che altri ritengono giusto fare/essere e ciò che è giusto fare/essere. Giusto per loro. Donne a metà. Parti così distanti…

  • Comunicare, secondo me

    Come parlare in pubblico e convincere gli altri

    Ciascuno di noi in questi giorni sta misurando le contraddizioni di una campagna elettorale infarcita di slogan spesso privi di contenuti credibili. Questo uso inappropriato dei temi e del linguaggio mi preoccupa: la comunicazione pubblica ha una grande responsabilità verso chi intercetta, non solo in termini di promesse da realizzare. Deludere le persone ha avuto e avrà effetti ancora più anomici di quelli che già misuriamo, ogni giorno. Ecco perché è importante parlarne. Con la consapevolezza dei limiti della esperienza personale, la mia compresa, desidero mettere nero su bianco alcune cose che considero fondamentali per costruire una comunicazione pubblica di…

  • Scrittura creativa

    Riflessioni sulla mia scrittura

    Buon giorno Volpi! Ogni volta che torna l'estate mi sorprendo a ragionare intorno al senso del mio rapporto con la scrittura. Sarà il caldo? O gli stimoli che leggo qua e là e che mi spingono a pensare a come posso integrare la scrittura nella vita di tutti i giorni? Eccomi tornata a voi in un giorno non convenzionale per raccontarvi le mie riflessioni sulla scrittura e per scusarmi con Càscara. Sì, con Càscara e con tutti i suoi personaggi, perché ho dimenticato di celebrarne il compleanno, accidenti a me! La storia di Justicio, Alice e Michelino è nata il…

  • Coaching

    Il cambiamento è un ponte verso l’infinito

    Chi di voi si è fermato a pensare a come sia cambiato il nostro lavoro negli ultimi due anni? Quali relazioni, rituali, compiti e responsabilità abbiamo dovuto modificare per attestarci al cambiamento, terribile, in atto? E la nostra professionalità, quella cui siamo tutte e tutti legati, come si è modificata? In questo breve post desidero riflettere sul cambiamento occorso e su quello che dobbiamo mettere in campo noi stesse. Per capire come il cambiamento sia davvero un ponte verso l'infinito. Il bello è attraversarlo, anche se non si arriva mai. Ma almeno ci si può godere fino in fondo il…

  • Comunicare, secondo me

    Sei capace di fare sintesi?

    Sei capace di fare sintesi? Prendere la parola in pubblico e avere chiaro come presentare gli argomenti principali, senza abbassare l'attenzione e andando dritta al punto. Oppure scrivere una sinossi sapendo come riassumere il messaggio fondamentale di un romanzo o di un saggio per fare in modo che il lettore potenziale arrivi fino in fondo alla quarta di copertina. Per completare obiettivi come questi, il dono della sintesi è una risorsa ineludibile. E tu, sei capace di fare sintesi? Cosa ti occorre per consolidare questa facoltà? Una riflessione in proposito oggi è pubblicata sul blog. Vieni a dirmi la tua?…