• Coaching

    Una questione di stile

    La scorsa settimana è cominciato il Master Avanzato in coaching evolutivo, un percorso che avevo intrapreso l’anno scorso e della cui evoluzione, positiva, avevo parlato in un articolo dedicato sul blog, "Orgogliosa di essere coach". La terza lezione è consistita in una Demo di coaching, ovvero una sessione a tutti gli effetti tenuta davanti alla classe, al fine di massimizzare l'apprendimento. I trainer coach in questa occasione mettono in evidenza le competenze cardini di questa disciplina e chiedono a noi coach di osservarle, riconoscerle, valorizzarle nel nostro lavoro e, se necessario, discuterle, affinarle, precisarle. Per poter portare a termine una Demo di coaching occorrono un trainer coach e un cochee. Io mi sono candidata come coachee, perché avevo una questione…

  • Il mondo con i miei occhi

    Un week end inatteso

    Capiterà anche a voi, sono certa, di avere in programma qualcosa cui tenete da tempo e poi, all'ultimo, doverlo disdire. Eventi inattesi che sgombrano la giornata dagli impegni già definiti e li rimandano, li cancellano, li offuscano. E' quanto accaduto a me lo scorso week end, quello del grande ritorno del Salone del Libro di Torino, quando avrei dovuto esserci, da protagonista. E invece. Invece la vita ha preso un'altra piega. E sono andata a Roma a difendere la democrazia, il lavoro e la Costituzione. A voi qualche riflessione, inconsueta, su questo scorcio di secolo nero che occorre riempire di nuovo dei mille colori della democrazia.

  • Femminile, plurale

    Cosa vuoi fare da grande? – Storie di donne

    Cosa volevi fare da grande? Chissà quante volte ti sei fatta questa domanda e quante aspirazioni, sogni, desideri ha evocato nella tua infanzia e adolescenza! Torna la rubrica "Storie di donne", in collaborazione con l'amica Brunella Borsari, in cui ci raccontiamo entrambe, tessendo un filo che ci riporta alla nostra identità di donne e alla nostra voglia di essere noi stesse, nonostante tutto e di fronte a tutti. Storie che appartengono al nostro passato ma forse anche un po' al vostro. Venite a leggere e raccontate le vostre sul blog! Vi aspettiamo, buona lettura!

  • Femminile, plurale

    Storie di donne

    Care Volpi, oggi sono particolarmente felice di presentare la nuova rubrica del blog intitolata "Storie di donne". L'idea è venuta per caso, mentre discutevo con Brunella, avvocata e lettrice incallita del blog, di questioni legate alla tutela e alla difesa delle donne sotto il profilo giuridico e sociale. Ne è venuto fuori uno spazio a quattro mani in cui raccontiamo e ci raccontiamo storie di donne che abbiamo incontrato nelle nostre rispettive professioni. Le mettiamo a disposizione per parlare di ciò che ancora caratterizza la società italiana nel nostro secolo, l'orrore della violenza contro le donne. Una rubrica per tutte e per tutti, una marcia degli uomini e delle donne con le scarpe rosse che comincia anche su questo blog,…

  • Teatro Regio
    Il mondo con i miei occhi

    Dalla parte del palco del Teatro Regio

    Dalla parte del palco del Teatro Regio La partecipazione culturale registra alcune dinamiche in flessione che è opportuno segnalare: cala di più di 20 punti in 10 anni (da poco sopra al 60% nel 2009 a poco meno del 40% nel 2019) la popolazione dei piemontesi maggiore di 6 anni che ha letto un quotidiano almeno una volta alla settimana. Complice, sicuramente, la diffusione on line delle news, ma nella stessa direzione anche la lettura di libri subisce nel decennio una flessione sensibile, scendendo attorno ai 5 punti percentuali, al di sotto del 50%, la percentuale di coloro che – maggiori di 6 anni – hanno letto almeno un libro all’anno. Se muore un teatro muore un’idea La lotta del…

  • Femminile, plurale

    L’esame di mia nipote sulle Radio Girls. Orgoglio di zia

    L’esame di mia nipote sulle Radio Girls. Orgolgio di zia Portare all’esame di terza media il tema dello sfruttamento del lavoro femminile significa avere una visione della società Chi sono le Radio Girls Nel profondo del mio cuore spero di parlare a ogni bambino e bambina che, ascoltandomi, possa trovare il coraggio di alzarsi e far valere i propri diritti. Post Scriptum Radium Girls, il trailer del film

  • Donne al lavoro agile
    Femminile, plurale

    Donne al lavoro agile in una società ottusa

    Il lavoro agile, meglio conosciuto come smart working Il lavoro agile (o smart working) è una modalità di esecuzione del rapporto di lavoro subordinato caratterizzato dall’assenza di vincoli orari o spaziali e un’organizzazione per fasi, cicli e obiettivi, stabilita mediante accordo tra dipendente e datore di lavoro; una modalità che aiuta il lavoratore a conciliare i tempi di vita e lavoro e, al contempo, favorire la crescita della sua produttività. Donne al lavoro agile in una società ottusa Donne che faticano ad essere smart Una citazione dotta alla fine dell’articolo ci voleva Il fideismo in generale va osservato con diffidenza in quanto espressione di una comunicazione biologica di tipo comunque inibitorio per la salute mentale di un individuo. […] L’ideologia, infatti, condiziona…