Coaching

Il coach è lo sherpa che ti accompagna sulla vetta che hai scelto.

Qualunque essa sia“.

Cose da sapere sul Coaching

Che cos’è il coaching?

Il coaching è un processo relazionale di tipo paritetico e confidenziale tra un professionista, il coach, e un cliente, il coachee.

Da dove si comincia?

Si parte da un tema, selezionato dal coachee, e si lavora insieme per generare nuove consapevolezze, aprire lo sguardo, individuare strade cui prima non avevi pensato

Quali sono le caratteristiche del coaching?

E’ un processo non direttivo basato sulla fiducia reciproca, sull’etica e la professionalità, sul rispetto e sull’ascolto potente. Il focus è su di te, sempre

A cosa serve?

Il coaching può essere utile nell’approfondire un tema che ti sta a cuore aiutandoti a tradurlo in una pratica quotidiana utile a renderlo un obiettivo raggiungibile ed edificante.

Serve per mettere a fuoco aspetti del tema da te scelto che prima non avevi considerato

Insieme si definisce un piano di lavoro che può essere monitorato passo a passo nella sua efficacia e specificità

Come opera il coaching?

Il coaching è un percorso di crescita reale e tangibile che può aiutarti a rimuovere le tue convinzioni limitanti, in un’ottica di apprendimento, fiducia, scoperta delle proprie abilità. Coach e coachee lo conducono insieme. Ma sei tu a tenere in mano il timone.

Come si svolge un percorso di coaching?

Il percorso di coaching consiste in un ciclo di sedute singole o di gruppo della durata massima di un’ora che possono essere fruite di persona o attraverso una piattaforma on line.

Cosa

Cosa NON è il coaching

Su questo occorre la massima attenzione: il coaching non è una terapia psicologica né il coach uno psicologo, un formatore, un tutor o una guida spirituale che esegue o individua i compiti al posto tuo. Il coaching non è una relazione terapeutica in grado di risolvere conflitti interiori o disagio fisico ed emotivo.

Chi sono

Nel 1994 mi sono Laureata in Scienze Politiche indirizzo Sociale con una tesi in Antropologia dello Sviluppo.

Dopo qualche tempo ho trovato un’occupazione stabile presso una grande azienda informatica della città in cui sono cresciuta, Torino.

La passione per la politica, maturata al liceo, mi ha portato a impegnarmi in ambito politico e istituzionale contro le disuguaglianze e per la sostenibilità ambientale e sociale.

L’etica e la responsabilità sono state la mia bussola.

Nel 2004 sono rientrata in azienda e ho cominciato un impegno nel sindacato, organizzazione in cui milito ancora oggi. Anche qui le responsabilità e le soddisfazioni non sono mancate: ho ricoperto e ricopro tuttora ruoli di responsabilità e di direzione generale e ho imparato a confrontarmi con le crisi e a dare piena attenzione agli altri.

In questo cammino mi hanno accompagnato i miei hobby e le mie passioni: la lettura, le camminate in montagna, la vela, la scrittura.

Ho pubblicato un diario di viaggio, un manuale e due romanzi (li trovi qui) e nel 2016 ho ricoperto l’incarico di Consigliera Zonale della XV Zona FIV , che ho onorato per tutto il quadriennio olimpico appena trascorso.

Nel 2019 sono diventata Ufficiale di Regata Nazionale, un ruolo che mi ha insegnato l’importanza della conoscenza delle regole di regata per comporre le controversie in acqua tra i regatanti.

Perché sono una coach

"Chi procede in avanti può inciampare e cadere.  tempo perso o la strada ancora incompiuta, cerca qualcosa o qualcuno cui appoggiarti e pensa a ciò che la tua corsa ti aveva impedito di vedere. Quando avrai imparato abbastanza, riprendi la tua via. 
Non è importante cadere, ma rialzarsi e comprendere perché ciò è avvenuto. "
Elena Ferro - Coach

Metto tutta me stessa in ogni cosa che faccio.

Ho frequentato con il massimo impegno il Master in Coaching Evolutivo, accreditato ACTP dall’International Coach Federation (ICF) e riconosciuto dalla Associazione Italiana Coach Professionisti (AICP), presso la ICTF di Roma.

Sono stata ripagata: dalle persone belle che ho incontrato e dalle molte cose imparate.

Quando l’ho terminato con profitto, avevo riposto nel mio cassetto tali e tante abilità che sentivo la necessità di metterle a disposizione degli altri.

Ecco perché sono diventata una coach!

Il Master forma Coach Professionisti accreditati ai sensi della Legge 14 gennaio 2013 n° 4 ed è uno step importante per l’avvio della professione di coach ma non è sufficiente, occorre continuare a formarsi, in più di un ambito di riferimento.

Personalmente credo nelle mie abilità di coach. Per questa ragione non smetterò mai di implementarle!

Gli ambiti in cui ho sperimentato l’efficacia del mio coaching riguardano:

  • relazioni professionali e affettive
  • generazione e rigenerazione del processo artistico e creativo
  • individuazione di soluzioni in contesti organizzativamente complessi
  • negoziazione
  • mediazione dei conflitti.


Per conoscere le modalità e i costi di un percorso di coaching relazionale, scrivi a [email protected]

Oppure compila questo form

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: